Dopo la sonora sconfitta incassata allo stadio Leonardo Garilli di Piacenza contro alla Feralpisalò nell’ultima giornata del campionato di Serie B, il Catanzaro si sta preparando per il match casalingo di venerdì 26 gennaio Palermo in quello che sarà un vero e proprio scontro diretto visto che le due occupano la sesta e la settima posizione in classifica.
Nel frattempo la società è al lavoro sul mercato per rivoluzionare la rosa, in uscita è quasi fatta per la cessione di Panos katseris al Lorient, club fanalino di coda della Ligue1 francese. Ma il Ds Magalini sta lavorando anche per quanto concerne il mercato in entrata, in particolar modo per rafforzare il reparto d’attacco.
Con la partenza dell’esterno greco nel campionato francese, sfuma l’ipotesi di uno scambio col Monza che avrebbe portato alla corte di Vincenzo Vivarini l’attaccante croato Mirko Maric.
Più probabile adesso che il club giallorosso si concentri in questi ultimi giorni di mercato sull’altro obiettivo: Luca Moro attaccante classe 2001 di proprietà del Sassuolo ma attualmente in prestito allo Spezia. In questa prima parte di stagione l’ex bomber del Catania ha realizzato quattro gol in diciotto presenze tra campionato cadetto e Coppa Italia.

Foto Twitter Lega Pro Official

Moro già in estate era nel mirino del Ds Giuseppe Magalini ma, secondo quanto rivelato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport e riportato dal sito Pianeta Serie B, l’attaccante ventiduenne potrebbe arrivare in questa sessione di mercato e la chiave potrebbe essere la cessione dell’esperto Alfredo Donnarumma alla squadra ligure.

Foto credits Instagram Catanzaro

Nel girone di andata l’ex attaccante di Brescia e Ternana nel girone di andata ha collezionato dodici presenze col Catanzaro andando a segno solo due volte, contro Lecco e Cittadella.
Finto ai margini del progetto tecnico della squadra calabrese il bomber classe 1990 potrebbe passare allo Spezia, club impelagato nei bassi fondi della classifica di Serie B e che ha bisogno di gol per raggiungere la salvezza.
Tuttavia il Catanzaro dovrà fare i conti con la concorrenza di altri club del campionato cadetto come Bari, Sampdoria, Pisa e Reggiana.