Lazio Sarri fabiani

Dopo la vittoria per 1-0 con un gol di Felipe Anderson della sua Lazio, Sarri analizza la gara dei suoi ragazzi che sono riusciti a sfruttare le pochissime occasioni avute. Una vittoria importante perchè la Lazio in questo modo raggiunge i 33 punti e la zona Champions League, in attesa dei risultati delle altre contendenti.

Una partita nervosa e molto chiusa, che ha portato i biancocelesti a calciare solo 2 volte nello specchio della porta di Falcone. Una Lazio cinica, che ha sfruttato l’unica opportunità avuta nel secondo tempo con il brasiliano che freddo ha battuto il portiere del Lecce e sbloccato la risultato. Al termine della gara, l’allenatore della Lazio, Sarri, ha parlato in conferenza stampo, ecco le parole del tecnico toscano in conferenza stampa dopo la vittoria. Ecco le parole dell’allenatore della squadra capitolina, come riportato anche da TuttoMercatoWeb.

felipe anderson fabiani
Foto twitter account Lazio

Nonostante la vittoria della sua Lazio, Sarri non è apparso contento, soprattutto per la situazione del terreno di gioco. Secondo l’allenatore toscano, infatti, il terreno dell’Olimpico è ingiocabile ed ha penalizzato moltissimo i suoi:

“Non si può giocare su un terreno su cui non mi vengono degli aggettivi, ingiocabile, dove non si può giocare a calcio. Abbiamo rischiato tanto nel primo tempo, nel secondo siamo venuti a capo della partita. Il campo dell’Olimpico è ingiocabile, è dipinto perché manca l’erba in molti punti, tutte le squadre danno valutazione del terreno 0”.

Inoltre, l’ex allenatore di Juventus e Napoli ha sottolineato l’orario proibitivo del match, dopo la partita di Coppa Italia:

“Era una partita difficilissima per tanti motivi, con un rischio down dal punto di vista mentale. Ed il Lecce ci ha sempre creato difficoltà. Sarebbe stata dura vistro che abbiamo anche giocato di sera la partita di Coppa Italia contro la Roma e rigiocare alle 12.30 era un’imboscata”.

La Lazio di Sarri ha vinto grazie ad una rete di Felipe Anderson, nel ruolo di falso 9. L’allenatore toscano sottolinea la sua importanza ma rincara anche la dose sulle polemiche intorno al suo rinnovo con i biancocelesti:

“Felipe ha fatto 126 partite consecutive… E’ un giocatore che potenzialmente è da grandissimi club, purtroppo la sua carriera è stata costellata di momenti no che fanno parte del pacchetto Felipe Anderson. Ma io sono innamorato di lui, solo vederlo correre mi soddisfa il senso estetico. Quello dei giocatori in scadenza è una storia solo italiana, in Inghilterra giocano tutti senza problemi. Poi da qui a fine stagione ci sarà anche il tempo di risolvere la questione”.

Infine, l’allenatore della Lazio non ha mancato di creare polemiche in vista della Supercoppa che si giocherà a Riyad:

“Parentesi di un campionato che ha bisogno di soldi e che li cerca nelle maniere meno opportune. La finale più vista di sempre è quella di Fa Cup che si gioca da più di 100 anni nello stesso stadio”.