Lazio-Lecce

Allo Stadio Olimpico di Roma è andata in scena Lazio-Lecce, valida per la 20° giornata di Serie A. I biancocelesti vengono dall’importantissima vittoria nel derby di Coppa Italia contro la Roma per 1-0 grazie ad un calcio di rigore di Zaccagni. Ora la squadra di Sarri dovrà confermarsi anche in campionato e di fronte si trova i giallorossi di D’Aversa che non vincono dal 16 dicembre, partita vinta per 2-1 contro il Frosinone, ed ancora a secco in trasferta da inizio campionato.

foto account X della Lazio

Una Lazio che sta recuperando punti per la corsa alla qualificazione in Champions League. I biancocelesti hanno ora 30 punti, a soli 3 dalla zona calda della classifica. Il Lecce si deve guardare alle spalle e con una vittoria si punta al sorpasso al Genoa. Partita che si sblocca nel secondo tempo con Felipe Anderson che conclusa una bella azione partita da Rovella e conclusa dal brasiliano in rete dopo esser stato servito dal solito Luis Alberto.

Partita che viene sbloccata da Felipe Anderson che conclude una della azione inziata da Rovella e finita da Luis Alberto con un bel passaggio per il brasiliano. Biancocelesti ora a 33 punti in attesa dei risultati della giornata ed in zona Championa League.

Lazio-Lecce: poche emozioni e tanto nervoso, primo tempo a reti inviolate

Partita che nei primi minuti rimane chiusa ma che il Lecce prova a sbloccare all’11° minuto quando Krstovic si libera al limimte dell’area e prova a sorprendere Provedel con un destro, che il portiere della Lazio blocca senza problema. Due minuti dopo è la Lazio a rispondere al 13° minuto con Isaksen che si fionda in area per raggiungere un passaggio e lascia partire un tiro rasoterra verso il centro. Falcone sempre pronto para con un buon intervento.

Foto ufficiale dal twitter della Lega Serie A

Problema per Maurizio Sarri che è costretto ad usare il suo primo cambio per la sostituzione di Patric, infortunato, con Romagnoli. Biancocelesti che non riescono ad accelerare la manovra e lecce che non riesce a mettere in difficoltà la difesa laziale, al 3° del primo tempo Lazio-Lecce 0-0. Seconda grande occasione per il Lecce, palla messa al centro dalla sinistra, che finisce su Kaba, ma Provedel la mette in calcio d’angolo.

Ancora salentini pericolosi da corner con un colpo di testa che finisce di pochissimo a lato dalla porta della Lazio al 34° minuto. Biancocelesti nervosi e poco invicisivi, con Zaccagni troppo nervoso che viene ammonito e salterà la sfida contro il Napoli. Lecce più pericoloso della squadra di Sarri che chiude il primo tempo 0-0, poche emozioni e tanto nervosismo.

Lazio 1 – Lecce 0: massimo risultato con il minimo sforzo, Felipe decide la gara

Secondo tempo che inizia come il primo, con le due squadra che cercano di trovare spazio, ma che non riescono ad incidire. Lazio la squadra più pericolosa al 50° minuto con un destro dalla distanza di Pedro, subentrato ad Isaksen. Anche biancocelesti perisolosi con Zaccagni, imbeccato benissimo da Luis Alberto. Il numero 20 calcia in porta, ma non riesce a tenere basso il pallone che si perde sul fondo.

Foto ufficiale dal profilo twitter della Lazio

Un fulmine a ciel sereno per la Lazio, che al 57° minuto sblocca la partita con Felipe Anderson trovato di prima in area di rigore da Luis Alberto. L’azione iniziata da Rovella che imbecca perfettamente il fantastista della Lazio che di prima trova liberissimo Felipe che va a segno: Lazio-Lecce 1-0. Il Lecce risponde immediatamente e va vicinissomo al gol dell’1-1 con Almqvist che Krstovic al centro, ma l’attaccante giallorosso non trova lo speccio della porta di Provedel da vicinissimo!

Lazio che ha addormentato la partita e dopo il vantaggio non si trovano più spazi utili per gli attaccanti del Lecce. Biancocelesti completamente in controllo del match all’80esimo minuto: Lazio-Lecce 1-0. Bianconcelesti in controllo fino al fischio finale dell’arbitro e conquista una vittoria importantissima per la rincorsa ad un posto in Champions League.