Calciomercato giorno dieci per il Napoli, ed ancora latita il secondo acquisto in casa azzurra. Con la telenovela Samardzic, ancora oggi appeso al sottile filo tra Udine e Napoli con il papà manager a dover sciogliere le riserve, la squadra di Mazzarri, nel frattempo in clausura all’ Hotel Serapide di Pozzuoli, cerca di trovare la giusta alchimia per riprendere il ritmo campionato abbandonato da circa sei mesi.

Salernitana e Supercoppa le prossime gare che attendono i Campioni d’ Italia uscenti, con i granata che arrivano al Maradona da ultimi ma certamente non arrendevoli, la gara con la Juve persa al 93’ minuto fa capire il senso, e quella dovrà essere gioco forza, la svolta, anche perché’ sarebbe davvero impensabile partire per Doha con l’ennesimo risultato negativo sul groppone sperando di far bella figura, vi sembra?

Qui però torna in ballo il mercato, come sottolineato in apertura, ancora acerbo in entrata, con tanti nomi accostati al Napoli, ma nessuno veramente ancora vestitosi d’ azzurro. Ma attendiamo che certamente qualcosa si farà, non fosse altro che la presenza del tecnico di San Vincenzo avesse una valenza, anche se a tempo, ed il solo Mazzocchi al momento non può, e non deve, risultare soddisfacente.

Calciomercato, Si accende il Manager di Kvara!

Tra le tante cose sulle quali argomentare, vi è anche l’intervista del manager di Kvara,rilasciata a  Tsotne Kinkladze, giornalista georgiano di First Channel,  che va ringraziato sinceramente viste le tante dichiarazioni , e per il suo assistito, e per altri suoi compagni, uno in particolare, Victor Osimhen, e detto tra noi, se risultasse veritiera sarebbe davvero una gag da urlo.

Ma andiamo per gradi, su Kvara in questo stralcio afferma:  “Chi conosce il calcio sarà d’accordo con me sul fatto che il Kvaratskhelia non ha limiti e potrà solo migliorare. PSG e Real? Ho avuto contatti con tanti club, ma De Laurentiis lo lascerà andare via? Ci sono anche Barcellona e Manchester, ma tutto avverrà a tempo debito…” Niente da dire, tutto giusto, ma la metamorfosi freudiana negativa di quest’ anno ha colpito anche Kvara!. L

La poca personalità mostrata nei momenti difficili, dote questa imprescindibile per un fuoriclasse, paragonato allo scorso anno, dove ha mostrato numeri straordinari che hanno fatto la differenza nella vittoria del terzo titolo iridato. Mentre oggi, complice il contratto, il cambio tecnico, e tanto altro, Kvara riempie la lista dei calciatori assenti e …pagati!

Ma se Kvara dimostrerà da subito di essere un top, perche’ lo è, salta all’ occhio la semplicità con la quale annuncia che Victor Osimhen, il prossimo anno giocherà in Arabia Saudita. Un bombone, per dirla alla Piccinini, anche perché la sua giovane età mi fa pensare ad una fake. Ma le dichiarazioni di Mamuka Jugeli, dette con convinzione, non lasciano dubbi alcuno …“Il nigeriano ha firmato un nuovo contratto, ma voi pensate davvero che giocherà con la maglia azzurra per tutta la sua carriera? Ve lo dico adesso, Osimhen andrà a giocare in Arabia Saudita in estate” …Beh, se Osimhen non ha chiesto scusa per il comportamento inqualificabile del suo amico giornalista nell’ irridere sui social i Napoletan dopo la sconfitta patita contro o granata, ci racconti la favola Premier, visto che il sogno ha cambiato probabilmente direzione…Al cuor non si comanda!

Calcioimercato: Aurelio tocca proprio a te!

Ma tralasciando queste beghe manageriali, torniamo al Napoli, rinchiuso nel bunker puteolano a domandarsi perché’ le cose sono precipitate in questo modo, un interrogativo difficile a cui dare una risposta, la cosa sicura e che dovrà giungere a breve proprio dai reclusi forzati. Visto che l’imperatore se ne lavato le mani da lontano, ed ha affidato ai suoi servitori la patata bollente, senza mettere a disposizione dei suddetti, un soldato capace di riordinare il gruppo. Scherzi a parte, il ritiro dovrà servire a capire se il Napoli è ancora in possesso di un’anima, di una squadra, di un gruppo, capace di tirarsi fuori da questa situazione pensando ed agendo da tutti, e non da IO, visto la devastazione compiuta. In attesa che i rinforzi giungano presto e si rendano utili alla causa!

E chiudiamo proprio con questa parentesi, il mercato, per ora bloccato in uscita (Zanoli non approda al Genoa né tantomeno Ostigard) visto che Dragusin preferirebbe il Tottenham, con Nehuen Perez, argentino dell’Udinese che invece gradisce la corte azzurra (Lo si tratta con Samardzic), mentre Barak, che gioca poco a Firenze potrebbe essere un’alternativa di centrocampo, oltre a Soumare del Siviglia, chiudendo poi con Ngonge del Verona, costa poco e gioca già in Italia.

Detto tra noi, sono certamente calciatori di valore che domani saranno potenziali campioni, ma certamente non lo sono ora, detto questo, occorre materiale nuovo e subito, sia per Sabato nel derby, che per Doha da Domenica, dove ci aspetta il 18 Gennaio  la Fiorentina, per una finale che avrebbe un significato importantissimo sul piano strettamente morale,

Quindi basta con queste lungaggini e diritti d’ immagine, si salvi il salvabile e si restituisca dignità a questi tifosi, che anche Sabato saranno lì in 60.000 a tifare Napoli. Per una volta mettiamo da parte il bilancio e si pensi al rilancio, se il sig. IO imperatore, si è cosparso il capo di cenere è giunta l’ora di dimostrarlo, visto che adesso, se dovesse lavarsene le mani, non tradirà i suoi soldatini ma un popolo intero quindi meditare tanto prima di tradire! A te la line a Aurelio!

http://www.persemprenapoli.it