Il 2023 è stato un anno positivo per l’Inter, che l’ha vista tornare a disputare una finale di Champions League a distanza di tredici anni dall’ultima volta, pur perdendo di misura e senza demeritare contro gli inglesi del Manchester City allo Stadio Olimpico Ataturk di Istanbul.
Dopo aver rinnovato la squadra nel corso della sessione estiva di calciomercato, che ha visto arrivare alla corte di Simone Inzaghi calciatori del calibro di MarcusThuram, Davide Frattesi, Yann Sommer e Benjamin Pavard, i nerazzurri hanno iniziato la stagione 2023/2024 con la determinazione di mettere in bacheca il ventesimo scudetto, che equivale alla tanto ambita seconda stella, strappando il pass per gli ottavi di finale di Champions League con due giornate d’anticipo.
Nonostante sul campo l’Inter abbia concluso l’anno con un amaro pareggio al Marassi contro il Genoa per 1-1, la società si è regalata i rinnovi di due colonne portanti della difesa; dal momento che Federico Dimarco e Matteo Darmian hanno rinnovato il proprio contratto con il club milanese rispettivamente fino al 2027 e fino al 2025 il secondo.

L’esterno mancino classe 1997 ha così l’opportunità di proseguire la sua avventura con la maglia che ormai sta diventando come una seconda pelle, essendo cresciuto nel settore giovanile dell’Inter ed essendosi consacrato con la maglia nerazzurra con la quale ha finora disputato 119 partite ufficiali impreziosite da 11 gol e 20 assist.
Mentre il difensore “tutto fare” classe 1989 ha finora collezionato 140 presenze in nerazzurro condite da 8 gol e 10 assist.
Nel 2024 il club di Viale della Liberazione punta al rinnovo del centrocampista armeno Henrikh Mkhitaryan.