dybala chelsea

All’Olimpico la Roma ha pareggiato 1-1 contro la Fiorentina, resistendo nel finale in nove contro undici per via delle espulsioni di Zalewski e Lukaku.
Ma al di là del risultato del campo a tenere col fiato sospeso il tecnico Josè Mourinho e i tifosi  giallorossi sono le condizioni dell’attaccante Paulo Dybala, costretto ad uscire dal campo dopo venti minuti di gioco a causa di problemi all’adduttore.
Calciatore dal talento indiscusso, basti pensare ai quattro gol e sei assisti messi a segno in undici partite di campionato, ultima la magia che nel primo tempo ha portato al gol di Lukaku. Tuttavia la Yoja è noto per la sua fragilità, dal momento che quello di ieri sera è il terzo stop stagionale dopo il problema all’adduttore del mese di settembre, che l’ha costretto a saltare il match contro il Milan, e l’infortunio al legamento collaterale che l’ha tenuto ai box per due settimane.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, il numero 21 giallorosso sarà sottoposto nelle prossime ore ad esami per valutare l’entità dell’infortunio insieme ad all’iraniano Azmoun, subentrato al posto di Dybala e sostituito nella ripresa da El Shaarawi a causa di problemi muscolari. Sotto osservazione anche l’esterno Spinazzola, che nella partita contro la Fiorentina è stato tenuto in panchina per motivi precauzionali.
E’ molto probabile che i tre salteranno l’impegno infrasettimanale di Europa League contro lo  Sheriff Tiraspol e lo scontro diretto di campionato contro il Bologna, in programma domenica 17 dicembre alle ore 18:00.