Inzaghi Inter

In vista della partita di Champions League dell’Inter di Simone Inzaghi contro la Real Sociedad, l’allenatore nerazzurro farà qualche cambio, soprattutto visto che la squadra è già qualificata agli ottavi di finale.

Il match di San Siro, andrà in scena domani sera alle 20:45 e sarà decisiva per il girone D della Champions League per capire chi tra l’Inter di Inzaghi e la Real Seciedad si qualificherà prima. Sappiamo ormai che arrivare primi nel girone non sempre assicura avversari di livello inferiore, ma sicuramente evita la maggior parte dei top team.

I nerazzurri saranno comunque un avversario ostico, che in molti non vorranno affrontare, visto che sono i vice-campioni d’Europa dopo aver perso la finale della scorsa edizione contro il Manchester City di Guardiola. Inzaghi avverte i ragazzi che la partita contro i baschi non sarà facile e per questo proclama attenzione. Ecco le parole dell’allenatore dei nerazzurri, come riportato anche da TuttoMercatoWeb:

“Sappiamo tutti che sarà una partita molto difficile, contro un avversario di qualità, che in questi anni ha dimostrato poca differenza tra casa e trasferta. L’anno scorso ha fatto tre vittorie nel girone di Europa League, quest’anno ha fatto bene nel girone di Champions. Ci vorrà un’Inter importante”.

L’allenatore dell’Inter, Inzaghi parla poi della possibilità di turn-over per il match:

“Qualcosa, come ho sempre fatto a prescindere dall’avversario, cambierò. Abbiamo qualche difficoltà nelle rotazioni, perché abbiamo qualche giocatore importante fuori: devo fare ancora valutazioni attente e guardare i parametri. Stamattina non abbiamo fatto tantissimo: non parlerei di turnover, ma di qualche cambiamento come ho sempre fatto. Magari è stato accentuato nella partita di Lisbona perché i ragazzi sono stati molto bravi a qualificarsi con due giornate di anticipo e ce lo siamo potuti permettere, sapendo che avrebbero risposto bene come è avvenuto”.

cuadrado inter buchanan

“Domani sarà importantissima la fase di possesso, come quella di non possesso. Dovremo essere bravi in entrambe le fasi, è una squadra che pressa, che gioca, che ha tanta tecnica. I principi sono quelli da sempre, non cambiano fra casa e trasferta. Su Cuadrado sto valutando, non ho tantissima scelta: fra lui, Darmian e Bisseck due giocatori e uno verrà in panchina, sapendo che Cuadrado è entrato nei 25 finali con l’Udinese e che sta convivendo con un problema fastidioso non ancora risolto. Frattesi sta bene, avevo il dubbio prima dell’Udinese: questi due giorni e mezzo si è allenato molto bene e penso possa giocare dall’inizio”.