gilardino genoa

L’infermeria del Genoa si sta gradualmente svuotando e finalmente Gilardino può abbozzare un sorriso in vista della partita contro il Monza, dove il tecnico rossoblù ritroverà l’attacco titolare. La partita in trasferta non è delle più facili, anzi. I brianzoli di Raffaele Palladino sono una squadra ostica che fa del possesso palla il centro del proprio gioco. Tuttavia, il Grifone può contare non solo sulla corsa e sulla determinazione, che non sono mai mancate in questo inizio di stagione, ma anche sulla qualità dei suoi giocatori migliori. Gudmundsson tornerà finalmente in campo dopo tre settimane ai margini a causa di uno stiramento al polpaccio e potrà essere schierato al fianco dell’italo-argentino.

gudmunsson genoa

Il mosaico rossoblù sta lentamente prendendo forma. Junior Messias completerà il reparto offensivo. Resta da vedere se partirà dall’inizio o se entrerà nel corso della partita. L’ex attaccante del Milan sembra aver ritrovato il suo splendore dopo una prima parte di stagione passata ai margini. L’infortunio sembra ormai alle spalle e già contro l’Empoli ha mostrato ottime giocate, risultando uno dei migliori in campo. E non è un caso che le luci si siano spente quando è stato sostituito. Poter contare sul brasiliano è allettante. Ancora poche ore e avremo la risposta definitiva.

Ritorna anche Retegui, squalificato Malinovskyi

Infine, c’è Mateo Retegui. L’attaccante italo-argentino sarà confermato oggi come punto focale dell’attacco, cercando di ritrovare la sua massima condizione. I due mesi di assenza dal campo hanno avuto il loro peso, ma il bomber rossoblu è determinato a trovare il gol che gli farà scrollare di dosso la ruggine e tornare a essere il trascinatore che era nella prima parte della stagione. L’unico neo è la sospensione di Ruslan Malinovskyi, ma contro la Juventus saranno presenti tutte e quattro le bocche da fuoco del Genoa. Partire dal primo minuto è altamente improbabile, vista la necessità di equilibrio della squadra, ma sapere di poter contare su di loro in qualsiasi momento della partita è sicuramente un’arma in più.