Allo Stadio Gewiss Stadium l’Atalanta ha vinto 3-2 contro il Milan. Per ben due volte la Dea è stata in vantaggio con Lookman sugli scudi, ma prima Giroud e poi Jovic hanno recuperato il risultato. Nei minuti finali Muriel ha trovato il giusto spiraglio per battere Maignan per la terza volta. Una bella partita che ha evidenziato le ottime abilità dell’attaccante della Dea e la voglia di Giroud di dimostrare la sua leadership. Bell’avvio dei padroni di casa con De Ketelaere che ha provato immediatamente a scaldare i guantoni di Maignan, ma il tiro è stato debole. Pochi istanti dopo Giroud, su suggerimento di Pulisic, ha provato ad impensierire la difesa della Dea, ma Djimsiti ha chiuso bene. Altra occasione per i neroazzurri in questi primi minuti di match: l’ex belga del Milan da due passi ha sparato altissimo. I primi 15 minuti di partita sono stati di marca Atalanta: De Ketelaere è stato molto ispirato come se volesse dimostrare il proprio valore contro la sua ex squadra. Il Milan non ha preso bene le misure e sembra per ora spaesato.

Foto twitter account Milan

Al 25′ bell’azione sempre della Dea, ma questa volta con Scalvini, senza avere fortuna. In questa seconda parte di primo tempo non è stata caratterizzata da nessun’azione significativa. Al 40′ dopo una piccola sosta l’Atalanta è andata in vantaggio: Lookman ha spaccato in due la difesa dei rossoneri e ha trafitto Maignan. Vantaggio meritato della squadra allenata da Gasperini. Risposta rabbiosa del Milan al 44′ con Theo Hernandez, ma il tiro del francese si è spento sul fondo. Nei minuti finali del primo tempo Giroud di testa su assist di Florenzi ha battuto Musso per il pareggio. Il gol dei rossoneri è stato più che altro una grande visione del francese che ha sorretto l’attacco. In questi 45 minuti più Atalanta rispetto del Milan.

Foto twitter account Milan

La ripresa si è riaperta con gli stessi effettivi e Giroud ha avuto l’occasione del vantaggio, ma la conclusione è andata fuori. Dopo questa azione il Milan si è spento e l’Atalanta ha preso campo e coraggio. Prima Pasalic al 50′, poi Koopmeiners e successivamente Scalvini hanno avuto in meno di 180 secondi le palle del nuovo vantaggio. Stefano Pioli sta provando a dare una scossa al Milan senza però avere risposta. Al 56′ De Ketelaere ha visto libero ancora una volta Lookman libero e l’attaccante ha ribattuto Maignan per tornare in vantaggio. Primo cambio del match: fuori Chukwueze per Bennacer e Pioli ha cambiato il modulo in 4-2-4.

Foto twitter account Atalanta

La seconda parte della ripresa è stata molto contratta con sempre i neroazzurri ad avere la palla tra i piedi. Al 72′ grande occasione di tacco di Scalvini dopo un perfetto assist di Zappacosta. Secondo cambio per il Milan: fuori Loftus-Cheek, dentro Jovic. Ma ancora una volta è l’Atalanta ad aver la palla del 3-1: Lookman spacca per la terza volta la difesa rossonera, ma questa volta il pallone non è stato calciato bene. 3 minuti più tardi il Milan ha forzato la retroguardia atalantina con Pasalic, ma Musso ha bloccato bene. All’80’ Jovic in piena area di rigore dopo una bella giocata di Giroud ha trovato l’angolo ideale per battere il portiere argentino. 2-2 al Gewiss Stadium. Gasperini ha realizzato due cambi: fuori Lookman e De Ketelaere per Miranchuk e Muriel.

Foto twitter account Milan

Altro cambio per l’Atalanta: fuori Pasalic per Adopo, mentre al Milan Adli ha preso il posto di Reijnders. Nei minuti finali espulso Calabria dall’arbitro Federico La Penna per un brutto fallo su Miranchuk. Il finale di gara è stato caotico con molte ammonizioni. Al 96′ Miranchuk ha trovato la chiave di volta per l’Atalanta: il centrocampista ha servito Muriel che di tacco ha battuto Maignan per il 3-2 finale. Ultimo cambio del match: fuori Holm al posto di Ruggeri per l’Atalanta..