L’Atalanta ha battuto il Milan nel finale dopo una gara intensa e ricca di spunti. Lookman ha fatto impazzire la difesa rossonera e i due gol realizzati sono state le perle di questa serata. Molte sue intuizioni hanno reso retroguardia milanista sprovvista e poco chiusa e Maignan ha potuto fare ben poco contro di lui. I due gol realizzati dal Milan, il primo di Giroud e il secondo da Jovic, sono stati quasi per casualità, e visto i valori espressi quasi immeritati. Infatti il predominio è stato dell’Atalanta e nel finale, precisamente dalla panchina Gasperini ha preso il jolly: Muriel. L’attaccante poco prima del triplice fischio ha trovato il perfetto foro per scagliare il suo tiro trafiggendo Maignan e regalando una vittoria più che meritata. Una battuta d’arresto ulteriore per il Milan che adesso è 7 punti di distanza dalla Juventus in attesa di capire quale sarà il risultato finale dell’Inter contro l’Udinese.

Foto twitter account Milan

Stefano Pioli a DAZN ha analizzato la sconfitta del Milan contro l’Atalanta, terzo match della quindicesima giornata di Serie A, come ha riportato MilanNews: “In parità numerica sembrava che l’inerzia nel finale fosse più dalla nostra parte, anche perché avevamo ripreso per ben due volte il risultato e la partita la stavamo facendo. L’inferiorità numerica ti crea dei problemi nei minuti finali, però bisogna essere più attenti e lucidi nelle scelte difensive. Abbiamo perso il pallone, non abbiamo seguito gli uomini… Errori che stasera ci costano tanto. L’Atalanta aveva ricominciato meglio di noi ma poi ci siamo rimessi a posto, abbiamo ripreso la partita giocando con intensità e con una certa qualità. Non ci si può attaccare all’inferiorità numerica, ma è una partita da portare a casa almeno con un risultato positivo. Invece purtroppo usciamo con una sconfitta che è pesante”.