monza galliani juventus

“Era così anche l’anno scorso e rimane la stessa cosa anche adesso. Monza-Juve non è solo una partita, è un sogno. Proprio come andare a San Siro a giocare contro l’Inter o il Milan dopo essere stato al Milan per 31 anni”. Queste le parole di Adriano Galliani, amministratore delegato del Monza, in una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport alla vigilia della partita contro la Juventus.

“Cosa mi aspetto dalla partita? Innanzitutto che sarà un dicembre infuocato. Io divido il campionato tra le prime otto squadre: Juve, Napoli, le due squadre di Milano, le due squadre di Roma, Atalanta, Fiorentina e le altre. Questo mese avremo cinque partite, quattro delle quali contro le squadre più forti”.

Eppure, tutto questo rimane un sogno.
“Ripeto, è un sogno vedere la Juve a Monza, così come andare a San Siro e giocare contro l’Inter. L’estate scorsa faceva un caldo torrido, sudavo e sudavo, ma ero lì, felice”.

Cosa ti piace di più di questo Monza?
“Il senso di appartenenza. È davvero la squadra della città e mi piace ricordare che siamo la squadra con più italiani in rosa e che siamo stati la neopromossa che ha conquistato più punti nei campionati europei.”