Han Kwang-song, attaccante nordcoreano che ha giocato in Italia con la Juventus, il Cagliari e il Perugia, è scomparso in Corea del Nord per tre anni, per poi riapparire sul campo di calcio. Recentemente ha giocato per la nazionale nordcoreana nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo e stanno emergendo storie su di lui che coinvolgono la polizia nordcoreana.

Han Kwang-song juve
Foto profilo Transfermarkt Han Kwang-song

Tutto è iniziato con la risoluzione 2397 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, approvata il 22 dicembre 2017, che vieta ai nordcoreani di lavorare all’estero. Questo per evitare che inviassero denaro in Corea del Nord per sostenere il regime di Kim Jong-un. Anche la Juventus è accusata di aver violato questo regolamento delle Nazioni Unite inviando il giocatore in Qatar. Con Han ancora all’estero, l’attenzione del dittatore si è spostata su di lui e, soprattutto, sul suo denaro. Gli agenti nordcoreani lo hanno pedinato durante tutte le sue imprese all’estero, limitando i suoi guadagni.