“Come è cambiato il mondo del calcio. In particolare, è molto cresciuta l’impronta finanziaria del grande sport, fino a rischiare, a volte, di rendere il calcio interessante solo per motivi di interesse economico”. Sono le parole di Papa Francesco, che prima dell’udienza generale ha ricevuto il Celtic Glasgow, sconfitto ieri sera dalla Lazio nella partita di Champions League che ha promosso i biancocelesti agli ottavi. 

Fermo restando che è sempre preferibile vincere una partita piuttosto che perderla, questa non è però la cosa più importante – ha detto Papa Francesco ai dirigenti e calciatori della squadra scozzese -. Conta di più l’esempio che date, sia vincendo che perdendo, sia dentro che fuori del campo. Un esempio che incarna virtù come il coraggio, la perseveranza, la generosità e il rispetto per la dignità degli altri, che è dono di Dio”, ha detto il Pontefice. 

Papa Francesco ha poi aggiunto: “Gli alti livelli che siete chiamati a raggiungere non riguardano solo le vostre abilità sportive o i requisiti classici necessari per eccellere, ma si riferiscono anche alla vostra integrità personale. In proposito, uomini e donne non dovrebbero vedere in voi solo dei buoni calciatori, ma anche persone capaci di delicatezza, uomini dal cuore grande, in grado di essere saggi amministratori dei molti benefici di cui godete grazie alla vostra fortunata posizione sociale”.