Lo Spezia giocherà oggi contro la Sampdoria per provare a smuovere le acque torride e “inquinate” dalla zona retrocessione. I bianconeri sono infatti in terzultima posizione con 3 punti di vantaggio su Ternana e FeraliSalò che sono in penultima e ultima. Una vera e propria delusione è stato fino ad oggi il campionato della squadra allenata adesso da Luca D’Angelo con 10 gol fatti e ben 18 subiti. Il trend è decisamente negativo e oggi contro la Sampdoria lo Spezia ha bisogno di punti per poter rianimare l’ambiente. Non sarà facile, ma la forza delle “Aquile” deve prevalere per poter allontanarsi dalla zona Serie C e raggiungere perlomeno i playout che sono a 2 punti di distanza. Inoltre fra le due squadre la differenza è di 3 punti e con una vittoria lo Spezia raggiungerebbe proprio la Sampdoria.

Foto twitter account Spezia

Il neo tecnico dello Spezia, Luca D’Angelo, ha presentato la sfida al “Ferraris” contro la Sampdoria, match che aprirà la quattordicesima giornata di Serie B: “Dal punto di vista dell’attitudine all’impegno settimanale non ho niente da dire, i ragazzi si sono presentati bene e vogliosi per migliorare questa situazione, che in questo momento ci vede in difficoltà, di contro c’è il discorso degli infortunati, che non sono pochi, e questo rappresenta un trend che vogliamo migliorare e invertire per il prosieguo della stagione. Per quel che riguarda l’idea della squadra al completo è abbastanza inutile averla perché ad ora come ho detto siamo a fare i conti con tante defezioni, ma abbiamo comunque diverse opzioni possibili. Io credo che una squadra di calcio sia tale nel momento in cui gioca da squadra, non farei dunque un discorso di reparto, sia per quanto riguarda la fase difensiva che quella offensiva. Si deve ragionare nell’insieme, tutta la squadra deve difendere insieme, così come deve pensare ad attaccare unita. É fondamentale che tutti partecipino ad entrambe le fasi, la squadra deve ragionare complessivamente e non singolarmente.”