Il Superclasico valido per le qualificazioni ai Mondiali 2026 tra Brasile e Argentina ha avuto momenti di alta tensione a causa dei tafferugli fra i tifosi. Le due Nazioni non hanno mai sopito vecchi rancori e i “tifosi” argentini hanno iniziato fatto scoppiare una rissa coi supporters brasiliani. A calmare la situazione è stata la polizia locale all’interno dello stadio Maracanà. I giocatori in campo hanno lasciato il terreno di gioco per evitare contatti con coloro che hanno invaso il rettangolo verde. Lionel Messi ha chiesto all’arbitro Piero Maza di far rientrare la squadra prima che i supporters potessero avere contatti con i suoi compagni di squadra. La polizia ha fermato 8 persone isolando i tifosi di Argentina e Brasile e molti di loro sono stati presi a manganellate.

<blockquote class="twitter-tweet"><p lang="en" dir="ltr">🚨🇧🇷🇦🇷 Crazy scenes in the stands at Maracanã between Brazilian police and Argentina fans.<br><br>Full footage by <a href="https://twitter.com/_igorrodrigues?ref_src=twsrc%5Etfw">@_igorrodrigues</a> 🎥 <a href="https://t.co/lF4uzyI8A9">pic.twitter.com/lF4uzyI8A9</a></p>&mdash; Fabrizio Romano (@FabrizioRomano) <a href="https://twitter.com/FabrizioRomano/status/1727146552295366725?ref_src=twsrc%5Etfw">November 22, 2023</a></blockquote> <script async src="https://platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script>

Il portiere dell’Argentina Campione del Mondo, Emiliano Martinez, ha provato a togliere un manganello ad un poliziotto ma è stato fermato. Dopo quasi 30 minuti e a vincere è stata l’Albiceleste con un gol di Otamendi. Messi sui social ha commentato la vittoria: “Questa squadra continua a fare la storia. Una grande vittoria al Maracanã, anche se sarà segnata dalla repressione contro gli argentini ancora una volta in Brasile. Questo non può essere tollerato, è una follia e deve finire subito!

Foto twitter account 🇦🇷 Selección Argentina ⭐⭐⭐

In classifica l’Argentina è in testa con 15 punti seguita dall’Uruguay a 13, dalla Colombia a 12, dal Venezuela a 9 dall’Ecuador a 8 dal Brasile a 7, dal Paraguay e dal Cile a 5, dalla Bolivia a 3 e dal Perù 2.