union berlino esonero fischer

Urs Fischer, artefice del miracolo Union Berlino capace di scalare le gerarchie della Bundesliga fino a toccare il paradiso della Champions League, è stato ufficialmente esonerato. Il tecnico ha pagato un avvio disastroso con i tedeschi virtualmente fuori dall’Europa, ultimi nel girone del Napoli, e in clamoroso ritardo anche nel campionato nazionale. Attraverso i canali social è arrivato il comunicato del club dove gioca (?) Bonucci:

“L’FC Union Berlin e l’allenatore Urs Fischer interrompono con effetto immediato la loro collaborazione. Il presidente dell’Union, Dirk Zingler, e Urs Fischer hanno preso questa decisione congiunta lunedì pomeriggio dopo un colloquio.

Dal 1° luglio 2018 Urs Fischer ha assunto la carica di capo allenatore della squadra professionistica maschile dell’1. FC Union Berlin. Insieme al suo vice allenatore storico Markus Hoffman, il tecnico svizzero dell’Union ha scritto una storia di successo sportivo unica. Dopo aver ottenuto la promozione in Bundesliga nella prima stagione, la squadra è riuscita a conquistare la salvezza e nelle tre stagioni successive ha raggiunto il settimo, quinto e quarto posto in classifica e si è quindi qualificata per la prima volta nella storia del club alla UEFA Conference League, Europa League e Champions League.

Ciò significa che Urs Fischer passerà alla storia dell’Union come l’allenatore di maggior successo fino ad oggi. Ha ricevuto più volte premi per il suo lavoro a Berlino ed è stato votato “Allenatore dell’anno” nell’estate 2023 da diverse riviste specializzate di calcio, professionisti del calcio e colleghi allenatori. In qualità di capo allenatore, Urs Fischer è stato responsabile delle prestazioni sportive della squadra professionistica maschile dell’1. FC Union Berlin in un totale di 224 partite ufficiali”.