Allo stadio Rigamonti-Ceppi la capolista Parma è stata sconfitta per 3-2 dal Lecco in una partita ricca di emozioni ricca di gol.
I ducali erano riusciti a passare in vantaggio grazie al rigore trasformato al 12′ minuto del primo tempo dall’attaccante polacco Adrian Benedyczak.
La reazione dei padroni di casa arriva dieci minuti dopo con Novaković che riesce a trovare il gol del pareggio e, verso la fine della prima frazione di gioco, gli uomini di Fabio Pecchia rimangono in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Hernani per somma di ammonizioni.
Tra la fine del primo tempo e i primi minuti della ripresa, i manzoniani segnano le marcature che gli consentono di portare a casa tre punti pesanti in chiave salvezza con Buso e Lepore.
Illusorio il gol realizzato da Charpentier al 70′ minuto della ripresa, in quanto gli emiliani non sono riusciti a rifilare gol che avrebbe consentito di tornare a casa con almeno un punto.
Per il Parma è la seconda sconfitta in questo campionato ma, nonostante questo, resta in testa alla classifica del campionato di Serie B a quota 29 punti, +2 sul Venezia.

Nel post partita l’allenatore del Parma, Fabio Pecchia, ha commentato la sconfitta contro la matricola Lecco, come riportato dal sito Pianeta Serie B.

spal parma pecchia
Foto Twitter account Serie B BKT

“Siamo partiti bene, dopo l’1-0 abbiamo forse pensato fosse facile, poi il Lecco con merito la ha ribaltata. Nel secondo tempo c’è stata una grande reazione. L’atteggiamento è stato giusto. Faccio i complimenti al Lecco. Ci sono tante reazioni positive dal gruppo. Il gol di Lepore è un gran gol, mi dispiace per i due si palla inattiva. Perdere fa rabbia. Dovevamo insistere nel dare la nostra impronta alla gara. Sono contento dei miei. Dentro l’area hanno due giocatori forti come Novakovich e Ionita, siamo andati dietro alla gara nel primo tempo. Ci abbiamo messo troppo per riprenderci. Vincere richiede energie, ogni partita è insidiosa. Tutte le squadre sono attrezzate e vogliono fare punti. Noi pensiamo al nostro percorso è da oggi dobbiamo uscirne più forti. Nel secondo tempo mi piaceva come tenevamo il campo, non concedendo ripartenze agli avversari. Sembrava potessimo ribaltarla totalmente, ma faccio i complimenti anche all’arbitro Pairetto. Dall’ ammonizione di Benedyczack la partita si è messa su un binario favorevole per il Lecco che è stato bravo. Il cambio di Di Chiara è stato fatto per l’energia che poteva darci Coulibaly”.