Il Milan vince la sua prima sfida in Champions League di questa stagione e lo fa in grande stile contro il Paris Saint-Germain. I rossoneri trionfano grazie alle reti di Leao e Giroud ma il protagonista in negativo della serata è sicuramente Gianluigi Donnarumma, contestato dai tifosi milanisti. A parlare di questo ci ha pensto Mario Balotelli: ecco cos’ha detto ai microfoni di TvPlay.

Balotteli sulla contestazione su Donnarumma da parte dei tifosi del Milan

“L’atmosfera era bella, andare a vedere il Milan è sempre bello. In Champions, poi, si sente tutto di più. Io l’ho vissuta da tifoso, ma con la testa ero in campo: quindi volevo sì che vincesse il Milan, ma l’ho vissuta come fosse una partita normale. Mi è spiaciuto per Gigio, le cose che gli sono successe davvero non si sanno, i milanisti non possono capire, ma mi dispiace perché non merita di essere trattato così. Da calciatore non può dire quello che è davvero successo. Io credo, però, che se avesse potuto, sarebbe rimasto al Milan. So quello che è successo, lui non ha alcuna colpa, e non è scontato reagire come ha fatto lui. Per quello che i tifosi sanno, ci sta che si comportino così, ma Gigio non ha risposto a nessuno e non ha fatto nulla”.

Poi continua:

“Maignan è sempre attento, vuole giocare sempre veloce. Da questo punto di vista è unico. Ma io sono affezionato a Gigio, ho giocato con lui e lo conosco, quindi – dovendo scegliere tra i due – prendo senz’altro Donnarumma. Spero che porti l’Italia all’Europeo e dimostri ancora a chi lo prende in giro di essere fortissimo”.