Genoa Gilardino

Domani, venerdì 10 novembre, Genoa e Hellas Verona scenderanno in campo per la seconda sfida della dodicesima giornata del campionato di Serie A.
Un match, quello che andrà in scena al Luigi Ferraris, che mette in palio tre punti importanti in ottica salvezza.
Dopo la sconfitta subita in casa del Cagliari nel turno precedente, i rossoblu cercheranno di tornare alla vittoria contro un avversario che fatica a vincere, nonostante l’ottimo inizio di campionato.
Mentre la formazione scaligera, che non vince dallo scorso 26 agosto, cercherà di invertire il trend negativo e di portare a casa i tre punti che gli potrebbero consentire di uscire dalle zone calde della classifica.

In conferenza stampa Alberto Gilardino, allenatore del Genoa, ha presentato la sfida contro l’Hellas Verona valida per la dodicesima giornata di Serie A, come, riportato da TMW.

Foto twitter account Alberto Gilardino

“Ai ragazzi ho detto che la percezione e l’arrabbiatura, la consapevolezza della sconfitta di Cagliari si deve tramutare in energia positiva domani. Dobbiamo avere un approccio feroce, sappiamo di affrontare una squadra ferita ma con ottime qualità e individualità. In quest’ultimo periodo stanno incontrando delle difficoltà, ma sono allenati molto bene. C’è da approcciarla nel modo migliore.
La volontà da parte mia e della squadra è di crescere. Dobbiamo fare quel passo importante in avanti, c’è la volontà di farlo ed è fondamentale che partita dopo partita si faccia nel modo di approcciare ed interpretare la gara. I dettagli fanno la differenza.
Ha iniziato molto bene questo campionato (il Verona ndr), arriva da un periodo negativo di risultati ma non di prestazioni. Nelle ultime partite ha saputo tenere botta 9in tantissime occasione. Hanno giocatori di impatto importante come struttura fisica, hanno attaccanti davanti con varie caratteristiche. Noi dobbiamo affrontarla dal punto di vista mentale nel modo migliore.
Ci auguriamo di riaverli dopo la sosta (Retegui e Messias ndr). Facciamo delle valutazioni. Chiedo al nostro popolo di aiutare ogni ragazzo, questa è una cosa fondamentale ed è quello che hanno sempre fatto. La nostra gente ci ha dato sempre tantissimo nel nostro stadio e fuori casa ma la percezione nel nostro stadio è elevatissima. Chiedo loro di darci una mano, abbiamo bisogno di loro. E’ un momento importante del campionato, è una partita importante che può dare spunti e punti”.