Il Catanzaro sta dando seguito allo straordinario campionato della passata stagione, che ha visto tornare la compagine calabrese a calcare i campi di Serie B a 17 anni di distanza dall’ultima volta.
Nel corso dell’estate il DS delle Aquile Giuseppe Magalini ha puntellato l’organico affidato al tecnico della promozione Vincenzo Vivarini con gli innesti del difensore sloveno Luka Krajnc, il centrocampista Marco Pompetti, e l’esperto bomber di categoria Alfredo Donnarumma, autore di due gol nelle prime nove giornate di campionato. Dopo la vittoria casalinga contro la Feralpisalò, ottenuta grazie ai gol di Vandeputte e Biasci e all’autogol di Bacchetti, il Catanzaro, dopo 10 giornate dall’inizio del campionato cadetto, si trova meritatamente al secondo posto in classifica a quota 21 punti.

Intervistato dai microfoni di Calcio Catanzaro, e riportato dal sito Pianeta Serie B, l’attaccante giallorosso Alfredo Donnarumma ha parlato delle caratteristiche della squadra e del compagno di reparto Pietro Iemmello.

“Giocare contro di noi non è facile, le squadre hanno paura di venirci a prendere e tendono a stare più compatte. Questo è segno di una crescita di squadra importante. Da quella partita contro il Parma è migliorata la consapevolezza e sappiamo su quali aspetti intervenire. Le squadre spesso ci aspettano per recuperare palla e ripartire: lo abbiamo capito e dobbiamo cercare di non fare gli stessi errori.

Lavoro per dare il mio contributo al massimo. Ora mi sento bene: ho voglia di giocare e sentirmi importante. Sono un attaccante e voglio fare gol, per me è stato sempre l’obiettivo numero uno. Ma voglio stare bene fisicamente e dare continuità nel rendimento.
Sia io che Pietro ci mettiamo a disposizione, quando si gioca con calciatori forti viene più tutto naturale. La nostra prima partita insieme è andata bene e giocando consolideremo la nostra intesa”.