Champions League Giovani

La seconda giornata di Champions League, ha messo in mostra molti giovani europei, una generazione d’oro che sta dimostrando il suo valore. Sia in grandi club che in quelli minori d’Europa. Non solo Real Madrid e Bayern, ma altre società stanno facendo debuttare sempre più giovani talenti, facendoli esplodere.

In Italia si sta lentamente facendo spazio la voglia di lanciare i giovani, dandogli immediatamente fiducia, ma siamo lontani ancora anni luce dal resto d’Europa. Proprio Bayern e Real Madrid sono le società che puntano sui golden boy, ma ci sono altri talenti da scoprire.

Jude Bellingham – Real Madrid  (20 anni)

Straordinario. L’unico termine che può descrivere l’attaccante inglese, 20 anni, preso dal Borussia Dortmund per 103 milioni. Il ventenne sta siglando molti record ed ha già dimostrato di valere tutti i soldi spesi dai Blancos, puntando su di lui. L’ultima grandissima rete l’ha siglata al Maradona di Napoli nella serata di Champions League che ha visto uscire vincitore il Real Madrid 3-2, sulla squadra di Garcia.

Champions League Giovani

Attualmente Bellingham, grazie alla rete segnata questa sera, è il terzo giocatore a segnare nelle prime due partite di Champions League con il Real Madrid. Gli unici due a riuscirci, oltre a lui, sono stati Karembeu e Cristiano Ronaldo. Fino ad oggi, l’inglese è andato in gol 8 volte in stagione (2 in Champions League e 6 in Liga). Molto probabilmente la carriera di Bellingham sarà ricoperta di premi se questi sono gli inizi a soli 20 anni.

Elye Wahi – Lens (20 anni)

A lungo seguito anche dalla Juventus nel corsa dell’ultima sessione di calciomercato, Elye Wahi, sembrava l’uomo messo nel mirino da Cristiano Giuntoli per sostituire Dusan Vlahovic. Il serbo, poi, è rimasto a Torino, ed il talento francese non si è mosso da Lens.

Ieri durante la partita di Champions League contro l’Arsenal è stato grande protagonista, con un assist e il gol decisivo del 2-1 finale che ha permesso alla squadra francese di battere i Gunners, dopo un’assenza che perdurava da più di 20 anno. In Ligue 1 è fermo ad una rete, ma le qualità non sono in dubbio e la giovane età gli permette di avere un ampio margine di crescita.

Rasmus Hojlund – Manchester United

Il Manchester United non è di certo un bello spettacolo da vedere in campo. Ieri una serie di errori, e prestazione horror, primo fra tutti Onana (pagato 50 milioni dall’Inter), hanno messo ko la squadra di ter Hag, sconfitta dal Galatasaray di Icardi 3-2. Nella disastrosa serata di Champions League appena trascorsa, c’è un solo bagliore che potrebbe far contento il tecnico olandese ed i tifosi dei Red Evlis, ovvero Rasmus Hjolund.

Champions League giovani

L’attaccante danese, acquistato per 80 milioni dall’Atalanta sta dimostrando le sue qualità, ed almeno questo sembrerebbe un ottimo investimento. A soli 20 anni, Hojlund sta dimostrando di avere qualità e fisicità, raggiungere un record in Champions League. Infatti l’attaccante è andato a segno 3 volte in due gare nella massima competizione europea, diventando il più giovane ad aver messo a segno almeno due reti in Champions League proprio dai tempi del rivale norvegese. La speranza per i tifosi del Manchester United, è quella di avere in casa il nuovo Haaland.

Jamal Musiala – Bayern Monaco

Non da meno è il Bayern Monaco, che ha in Musiala il suo gioiellino. Il ventenne è andato in gol per la prima volta in stagione ieri sera in Champions League segnando il momentaneo pareggio contro il Copenaghen. Gara poi vinta dai tedeschi per 2-1. Il classe 2003, stessa età di Bellingham e stesso ruolo, entrambi decisivi nei rispettivi club.

Musiala è entrato nel giro della nazionale tedesca anche con le grandi prestazioni dello scorso anno in Bundesliga. Infatti, il ragazzo nato a Stoccarda, è andato a segno 12 volte in campionato nella scorsa stagione, ma era rimasto a 0 in Champions League. Una grande qualità che sta sbocciando in Baviera. Proprio come l’amico e coetaneo, Bellingham, Musiala si sta ritagliando il suo posto da protagonista.

Mathys Tel – Bayern Monaco (18 anni)

Altro talento con la maglia dei bavaresi, che insieme a Musiala ha confezionato la vittoria in Champions League per 2-1, ovvero Mathys Tel. Il francese ha già messo a segno 2 reti in 2 partite nella massima competizione europea, in campionato il classe 2005 si è messo in mostra segnando 3 gol in 6 partite.

Champions League giovani

Acquistato dal Rennes per 20 milioni, il Bayern punta molto sul ragazzo, viste anche le grande qualità del giovane attaccante. Tel ha tutte le carte in regola per diventare uno dei punti fermi della squadra tedesca per un futuro sempre più roseo per i ibavaresi.

Gavi – Barcellona (19 anni)

A soli 19 anni, Gavi è già diventato uno dei punti fermi del Barcellona e della nazionale spagnola. Qualità e tecnica, in molti lo paragonano a Xavi visto quello che mette in scena ogni volta che scende in campo. In questa stagione è andato già a segno in Champions League, durante la prima giornata contro l’Anversa. Nella partita vinta per 5-0 dagli spagnoli, non poteva mancare la sua firma.

Già 105 presenze con il Barcellona, l’anno scorso è andato a segno 3 volte in stagione, ma il suo apporto per qualità e tecnica in mezzo al campo si fa sentire. Gavi è destinato ad entrare nella storia del Barcellona, per presenze ed attaccamento alla maglia.

Simic – Salisburgo (20 anni)

Forse il talento meno conosciuto dei giovani della lista di questa Champions League, Roko Simic. Grande protagonista del suo Salisburgo, soprattutto dopo la vittoria in Portogallo contro il Benfica, il croato si sta mettendo in mostra ed a soli 20 anni sta dimostrando di mirare ad una grande squadra.

In Bundesliga (Austria) ha già segnato 3 gol in 8 match, trascinando il Salisburgo in testa alla classifica. L’attaccante di origine italiane non è ancora esploso in un grande club, ma che ha tutte le carte in regola per poter dimostrare il suo valore.

La Champions League dei giovani, nella quale stiamo vedendo grandi gioielli che si stanno prendendo tutti i riflettore del panorama internazionale del calcio. Vedremo se durante la competizione avremo altre grandi rivelazioni.