La preparazione del Napoli finora è stata caratterizzata da qualche avversità fisica di troppo, che ha fatto sorgere un po’ di dubbi circa la bontà dei carichi propinati dallo staff tecnico alla squadra.

Tra Dimaro e Castel di Sangro, infatti, la lista degli azzurri out per problemi di varia natura si aggiorna con una certa costanza.

Ultimo a fermarsi, in ordine di tempo, Anguissa, per un risentimento alla gamba destra. Il camerunese, dunque, si aggiunge a Osimhen, Mario Rui e Lobotka, tutti alle prese con affaticamenti di tipo muscolare.

Diversa, invece, la situazione di Kvaratskhelia, in infermeria a causa di una contusione rimediata nel match col Girona. Ergo, un contrattempo di tipo traumatico, assolutamente non pronosticabile da chi si occupa di lavorare sulla prevenzione degli infortuni.

Al di là dell’unica eccezione rappresentata dal georgiano, però, appare evidente che i contrattempi in vista della nuova stagione ormai alle porte possano cambiare le carte in tavola, mettendo in grande difficoltà non solo Garcia.

La situazione è frustrante innanzitutto per i giocatori, che si deprimono ad allenarsi con un obiettivo temporale incerto – ovvero, non sapere quando potranno tornare effettivamente a scendere di nuovo in campo -, piuttosto che agonistico. Legato cioè alla partita, sia essa amichevole o ufficiale.

Inevitabile che rispetto a Spalletti sia cambiata la metodologia; del resto, non poteva essere altrimenti. Avendo il Napoli cambiato allenatore, è logico che il nuovo arrivato abbia preteso di portare con sé collaboratori di sua fiducia.   

Ovviamente, fermo restando le competenze dell’allenatore francese e del suo staff, è palese il momento di transizione che stanno vivendo i giocatori in maglia azzurra. Presumibile, quindi, che assieme agli aspetti tecnico-tattici approfonditi quotidianamente con Garcia, sarà necessario tarare pure gli stimoli metabolici e fisiologici.

In sostanza, per farsi trovare pronti all’esordio di Frosinone, sia il gruppo che gli stessi preparatori dovranno adattarsi celermente gli uni altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

RESTA AGGIORNATO SUL NAPOLI:

LEGGI ANCHE Kilman è un difensore eccitante: cosa dovremmo aspettarci dal suo acquisto

SEGUICI SUI PRINCIPALI SOCIAL: