La Sampdoria ha comunicato di aver esercitato il diritto di contro-opzione in essere con il Lecce relativo ai diritti alle prestazioni sportive del calciatore Wladimiro Falcone. Il portiere tornerà dunque in blucerchiato a partire dal prossimo 1° luglio. Questa è la prima mossa della squadra blucerchiata per la prossima stagione di Serie B. Falcone quindi dopo l’esperienza a Salento potrebbe difendere la porta della Sampdoria con l’intento di riportarla in Serie A.

Foto twitter account Info Serie A Italia

Per quanto riguarda invece il capitolo extra campo Roberto Albisetti, esperto in economia e finanza a Telenord, come ha riportato Sampnews24, ha spiegato nei dettagli la manovra finanziaria della Sampdoria e come è riuscita ad avere l’approvazione dell’aumento di capitale: C’è stata l’interpretazione della normativa della nuova legge fallimentare. Lì hanno studiato tutte le soluzioni. In più, dato che si sono dovuti stilare dei contratti, con una rapidità straordinaria, i nuovi proprietari sono emersi un mese e mezzo fa. Noi non conosciamo su cosa si sono messi d’accordo, ma il fatto che abbiano deciso di farlo gradualmente con un prestito che viene a poco a poco convertito in capitale, questo ci fa capire che gli accordi sono complessi. Quello che era fondamentale era l’approvazione del bilancio, cosa che è stata fatta. Come chiudevano il bilancio lo sapevano anche sei mesi fa, lo hanno fatto all’ultimo. Che si sia fatto tutto in ritardo è palese”.

Con queste garanzie il club è salvo e può iniziare a ragionare sugli obiettivi di mercato. La nuova establishment della Sampdoria ha come principale fulcro la risalita in Serie A e per questo potrebbe affidarsi a Fabio Grosso, allenatore della promozione del Frosinone nella scorsa stagione. Che sia lui il dopo Stankovic?