Questa sera alle 20.45 andrà in scena, dallo stadio De Grolsch Veste di Enschede (Olanda), il match Italia-Spagna seconda semifinale di Nations League.

La vincente affronterà domenica in finale a Rotterdam la Croazia che ieri sera ha battuto l’Olanda ai tempi supplementari grazie alla rete di Petkovic. Roberto Mancini è chiamato a raggiungere la finale per dare una scossa positiva al club in vista di Euro 2024. 

Le due nazionali si sono già incontrate 39 volte, con 12 sconfitte subite dagli azzurri che nella loro storia hanno fatto peggio solo contro l’Austria (13). L’Italia stasera indosserà una divisa particolare, bianca con dettagli in oro, per celebrare il 125° anniversario della Figc ed è ispirata a quella indossata dagli azzurri nella loro partita di esordio, il 15 maggio 1910 contro la Francia vinta 6 a 2.

Ma vediamo ora nel dettaglio le scelte tecniche dei due allenatori. 

SPAGNA, DE LA FUENTE PUNTA SU MORATA 

Ci aspetta una grande partita contro l’Italia. Siamo privilegiati perché possiamo vincere un titolo, ce lo giochiamo in due partite. Affrontare l’Italia è una festa per noi.”

Così il nuovo ct De La Fuente ha parlato del match di stasera per cui ha ancora qualche dubbio di formazione da sciogliere ma dovrebbe puntare su un 4-2-3-1. In porta ci sarà Kepa mentre in difesa oltre a Rodri, autore della rete del City della finale di Champions League, ci sarà Nacho che sembra essere favorito su Laporte. Morata unica punta per l’attacco spagnolo e alle sue spalle agiranno Asensio, Gavi e Ansu Fati (in vantaggio su Canales). 

4-2-3-1: Kepa; Carvajal, LeNormand, Nacho, Jordi Alba; Rodri, Merino; Asensio, Gavi, Ansu Fati; Morata. Ct: De La Fuente

ITALIA, MANCINI SENZA BASTONI MA RITROVA IMMOBILE 

“La Spagna ha dominato a lungo e magari di recente stanno cambiando qualcosa, specie col nuovo ct. Ma per qualità e quantità di giocatori che hanno sono sempre un avversario difficile. Vedremo se saremo bravi a vincere questa partita” ha detto ieri Roberto Mancini in conferenza stampa. 

L’Italia si qualifica per la terza volta per le semifinali di una manifestazione ufficiale e per la terza volta sfida la Spagna, uno degli avversari più tosti. Mancini punta su Donnaruma, capitano, tra i pali. Davanti a lui una difesa a quattro con Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi e Dimarco. Bastoni ha lasciato il ritiro a causa di un attacco influenzale. A centrocampo i tre protagonisti degli Europei del 2021 ossia Barella, Jorginho e Verratti. In attacco infiene spazio al tridente offensivo con Immobile, che da tempo non gioca una partita con la Nazionale, insieme a Raspadori e Zaniolo. 

4-3-3: Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Dimarco; Barella, Jorginho, Verratti; Zaniolo, Immobile, Raspadori. CT: Mancini. 

La partita sarà trasmessa in diretta tv su Rai 1 e su Sky Sport Uno. Diretta streaming su RaiPlay, SkyGo e NOW TV.

ARBITRO: Vincic (Slovenia)

ASSISTENTI: Klancnik-Kovacic

QUARTO UOMO: Peljto

VAR: Kajtazovic

AVAR: Jug