cakir roma

Prende sempre più corpo l’idea, nella testa dei dirigenti della Roma, di affiancare a Rui Patricio un portiere di livello che possa man mano raccoglierne l’eredità. Svilar, dopo un inizio difficile, ha chiuso la stagione in maniera positiva ma viene considerato troppo giovane per poter ereditare i guanti di primo portiere della porta difesa negli ultimi due anni dal portiere portoghese.

Dalla Turchia la suggestione della Roma si chiama Cakir

Secondo fonti provenienti dalla Turchia, la Roma sarebbe fortemente intenzionata ad assicurarsi il portiere Ugurcan Cakir dal Trabzonspor, notizia verificata e ribattuta anche dalla Gazzetta dello Sport.

Al netto delle ormai celebri e nefaste restrizioni dovute agli obblighi del Fair Play Finanziario, la Roma sarebbe fortemente interessata al giocatore ma l’unica soluzione praticabile per arrivare a dama resta quella del prestito con obbligo di riscatto, in modo da poter mettere l’acquisto a bilancio nella prossima stagione. Su Cakir c’è tuttavia il Galatasaray, laureatosi campione di Turchia e intenzionato a puntare sull’estremo difensore del Trabzonspor offrendo una cifra intorno ai 5 milioni più contropartite tecniche.

Cakir, portiere part time? Una soluzione che Mourinho non ama

La Roma sta considerando l’acquisto di Cakir per affiancarlo a Rui Patricio in una soluzione “part time”, attuando una politica che Mourinho non ama, cioè l’idea del portiere di campionato e quello di coppa. Cakir diventerebbe il titolare della squadra nella stagione successiva, mentre il portoghese sarebbe venduto. Il giovane Mile Svilar verrebbe invece mandato in prestito ad altre squadre per guadagnare esperienza.