Juventus

Momenti di dubbi e ricostruzioni in casa della Juventus. Manna e Calvo avranno molto lavoro da fare durante questa fase del mercato estivo, soprattutto in fase d’uscita. Perché oltre a cercare di rinforzare una squadra che sta perdendo i pezzi, dovranno trovare la sistemazione a quei giocatori che stanno tornando dai prestiti, e chi sembrerebbe ai limiti del progetto.

I principali indiziati sembrerebbero essere Arthur ed Alex Sandro. Il primo è rientrato dalla fallimentare avventura il Premier League al Liverpool, mentre il difensore, fresco di rinnovo, non sembra essere più necessario per i piani futuri della Juventus. Il difensore, reduce da un’annata negativa, sarebbe in contatto con il club bianconero per trovare un accordo sulla rescissione. La volontà di Alex Sandro sarebbe quella di lasciare la Juventus dopo otto stagioni perché il Galatasaray lo vuole.

Una soluzione che farebbe comodo ad entrambe le parti in causa. Infatti la Juventus risparmierebbe i 6 milioni sull’ingaggio ed il Galatasaray lo acquisterebbe a parametro zero. Il sostituto dovrebbe essere già in casa, ovvero il ritorno di Cambiaso dal prestito al Bologna, o tentare l’acquisto di Mazzocchi dalla Salernitana.

Il caso Arthur è molto più complicato. L’elevato costo del cartellino del brasiliano e l’alto ingaggio dell’ex Barcellona, frenano le pretendenti. A 26 ed un numero incredibile di infortuni, Arthur è stato anche sfortunato ed in pochi sono disposto a pagare 30 milioni per cartellino e 7 milioni netti al centrocampista. Anche qui si potrebbe optare per la rescissione, ma l’agente del calciatore, Pastorello, cerca acquirenti, primo fra tutti il Galatasaray.

Dal prestito rientreranno anche Denis Zakaria e Weston McKennie, retrocesso con il Leeds: il centrocampista texano non ha molto mercato, a differenza dello svizzero, tornato dal Chelsea, per il quale avrebbero mostrato interesse club di Premier League e di Bundesliga.

Juventus e Kulusevski ai saluti: lo svedese dovrebbe essere riscattato

Juventus

L’unico dei calciatori in prestito di quest’ultima stagione della Juventus che dovrebbe essere riscattato è Dejan Kulusevski. Lo svedese piace molto al Tottenham che però valuta troppo alto il costo del riscatto. Infatti dopo i 10 milioni già spesi per i 18 mesi di prestito, è sfumato l’obbligo di riscatto che sarebbe scattato in caso di qualificazione alla prossima Champions League e al raggiungimento del 50% di presenze. Resta il diritto di riscatto, fissato a quota 35 milioni. 

L’ultima parola aspetterà al nuovo allenatore, Ange Postecoglu, che però non vorrà spendere la cifra pretesa dalla Juventus, che dovrà essere rivalutata, al ribasso, magari inserendo dei bonus per raggiungere la cifra richiesta per il riscatto da parte del club bianconero.

Un periodo intenso per la squadra di Massimiliano Allegri, che dopo essere stato riconfermato dovrà iniziare a creare una squadra che riesca ad esprimere un po’ di gioco ed a raggiunger dei risultati.

Seguiteci anche su Instagram!