Dall’infermeria nerazzurra arrivano buone per Simone Inzaghi: l’allenatore dell’Inter, a 3 giorni dalla attesissima finale di Champions League contro il Manchester City, ha recuperato Henrikh Mkhitaryan, una pedina importante del suo scacchiere tattico che nel corso della stagione ha messo al servizio della squadra tutta la sua esperienza.

Foto twitter account Inter

Il centrocampista armeno, classe 1989, era ai box dal 16 maggio quando, nel corso della partita di ritorno della semifinale di Champions League contro il Milan, è stato costretto ad uscire dal campo al 42’ per un problema di natura muscolare. Dopo aver saltato gli ultimi impegni di campionato e la finale di Coppa Italia contro la Fiorentina, Mkhitaryan questa mattina è tornato ad allenarsi in gruppo con i compagni ed è pronto a scendere in campo in quello che è l’evento più importante della stagione dei nerazzurri.

E’ molto probabile che l’armeno, nella finale di Istanbul contro il Manchester City, partirà dalla panchina entrando in campo per dare una mano ai compagni a partita in corso. Il programma dell’Inter prevede un’altra seduta di allenamento domani mattina ad Appiano Gentile e nel pomeriggio la squadra partirà alla volta di Istanbul, dove i nerazzurri dovrebbero atterrare verso le ore 20:00 italiane. La vigilia della finale sarà dedicata alle conferenze stampa di allenatori e giocatori, con una sessione di allenamento nel pomeriggio. Mentre sabato mattina la squadra effettuerà l’ultimo allenamento prima della, e la sera alle 21:00 le due squadre scenderanno in campo per l’ultimo atto della Champions League.