Eduardo Gabriel Aquino Cossa, detto Pepê, giocatore del Porto, ha ottenuto il passaporto italiano. Il classe 1997 nato a Foz do Iguaçu, nella regione di Paraná, in questa stagione ha collezionato 54 partite realizzando 5 gol e 10 assist dando una buona manovra offensiva alla squadra allenata da Sergio Conceicao. L’esterno offensivo è giunto in Portogallo dal Gremio per 15.4 milioni di euro e ha una clausola di rescissione di 75 milioni di euro. Pepê ha giocato con la Nazionale under 23 del Brasile partecipando anche alle qualificazioni per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Dopo Mateo Retegui, anche Pepê potrebbe aggiungersi alla lista degli oriundi e magari rimpolpare l’attacco della Nazionale Azzurra e trascinandola alle fasi finali di Euro 2024.