Il Pisa ha perso contro la SPAL ed è fuori dai playoff valevoli per la promozione in Serie A. La squadra toscana non è riuscita ad imporsi contro una squadra già retrocessa e che non aveva nulla da chiedere a questo campionato. Un KO che sicuramente avrà delle ripercussioni sia a livello di squadra che di dirigenza. Nell’ultimo mese il Pisa ha perso quasi tutte le partite dilapidando il vantaggio accumulato in precedenza. Un vero smacco considerato che la Reggina con 5 punti di penalità ha ottenuto il pass per accedere alla lotta per la Serie A.

Fonte profilo twitter ufficiale Pisa Sporting Club

D’Angelo ha analizzato in conferenza stampa la sconfitta del Pisa contro la SPAL che ha decretato la non partecipazione ai playoff, come ha riportato SestaPorta: Mi sento in dovere di chiedere scusa perché abbiamo finito in maniera troppo brutta. In un mese e mezzo abbiamo rovinato quello che avevamo fatto di buono nei primi mesi ed è esclusivamente da addebitare a noi quello che è successo perché la società ci ha sempre messo nelle condizioni di lavorare al meglio e i tifosi sono stati sempre dalla nostra parte. Dopo la partita con la Ternana dissi che era dura la nostra situazione, ma che non mi sentivo di dover chiedere scusa invece in questo momento questa è l’unica cosa che posso fare perché abbiamo rovinato il lavoro svolto in precedenza. Ho sbagliato tanto, lo ammetto. Non abbiamo discusso sul futuro. Di certo è che il Pisa ha una proprietà importantissima non solo dal punto di vista economico, professionale e umano. Credo che il futuro sia migliore di quello che sembra questa sera. Il mio futuro? Mi rimetterò alla volontà della società e qualsiasi decisione verrà l’accetterò. La famiglia Corrado mi ha dato tantissimo negli anni passati e anche quest’anno mi è stata vicino. Parlerò come ho sempre fatto nei prossimi giorni col presidente, con Giovanni e Chiellini”.