Il Parma giocherà contro la SPAL per provare ad accedere alla seconda fase dei playoff. In questo momento oltre al Bari, a giocarsi il posto sono i Ducali, il SudTirol e Cagliari con i tirolesi che hanno un vantaggio di 3 punti sulle rivali. Sarà quindi fondamentale per gli uomini di Pecchia vincere e sperare che la squadra di Bisoli perda terreno per potersi poi giocare il tutto nell’ultima giornata.

In conferenza stampa, Fabio Pecchia ha analizzato la sfida tra il Parma e la SPAL: “Faccio fatica a mettere altre cose dentro la testa, noi dobbiamo pensare alla Spal, alle nostre prestazioni e aggiungere, di volta in volta, dei miglioramenti che possano essere di natura tattica, fisica, di atteggiamento, di mentalità. Ma in questo momento la squadra e il sottoscritto devono essere concentrati esclusivamente alla partita di sabato, affrontandola al massimo e come se fosse l’ultima gara della stagione. Zero calcoli e poi alziamo la testa il 19 maggio e vediamo dove siamo. A quel punto vedremo dove siamo arrivati, ci prepareremo per fare le nostre prestazioni e giocare le partite per vincere. La squadra si è allenata, stanno tutti bene. A parte Gigi che è uscito un po’ pieno, non sarà dei nostri. Nulla di grave e gli altri tutti a disposizione.

Se penso alla storia di queste sfide, la storia recente la ricordo benissimo. E la partita di andata ci lascia una grande rabbia e l’amaro in bocca, perché facemmo una prestazione di livello e di qualità. Pensiamo che giochiamo per i tre punti, non per la storia. Due obiettivi diversi, ma il campo sarà uguale. La Spal ha velocità davanti, non so chi sceglierà Oddo, ma tutte le squadre che stiamo affrontando, al di là della classifica, sono vive e giocano. Anche a Palermo, la prestazione, nonostante la sconfitta, è da prendere con la massima cautela perché la Spal è viva“.