Napoli in scioltezza contro l’Atalanta: Kvaratskhelia e RRahamni in rete

Il Napoli è tornato a vincere in campionato battendo l’Atalanta per 2-0. I gol di Kvaratskhelia e RRahamni hanno decretato un trionfo senza troppi problemi contro la Dea. La squadra di Gasperini ha subito troppo la pressione del Maradona e non ha chiuso bene gli spazi, mentre sono bastate due fiammate ai partenopei per conquistare i tre punti. I primi minuti della sfida sono stati molto importanti con Politano che ha provato la via del gol, ma Musso in tuffo ha bloccato il tutto. Ottimo è stato l’assist di Zielinski per l’azzurro. La prima parte della partita è stata molto tattica con l’Atalanta che non è riuscito a trovare nessuna chiave di volta per scardinare la difesa napoletana. Inoltre Gasperini più volte ha dato istruzioni alle punte per dare maggiore pressione, senza però avere risposte positive. Rispetto alle passate partite, la Dea sembra subire maggiormente le pressioni psichiche che giungono dagli spalti. Dall’altro canto i ragazzi allenati da Spalletti non sono riusciti a dare nessun colpo da 90 per realizzare il gol del vantaggio.

Politano al 41′ ha cercato di dare maggiore manovra in attacco, ma la difesa dell’Atalanta ha chiuso in calcio d’angolo. Questa è stata la seconda occasione di tutto il primo tempo. Ci si aspettava qualcosa di più concreto, ma i due club sono abbastanza contratti. Grande è stato l’appoggio di Kvaratskhelia che anche oggi è entrato molto bene in campo. Verso la fine del primo tempo infortunio di Djmsiti e al suo posto è entrato Demiral. I primi 45 minuti della sfida sono stati blandi con sole due occasioni e tutte di marca dei padroni di casa. L’Atalanta sembra una lontana parante di quella vista contro la Lazio ed è sembrata subire e molto l’ambiente del Maradona.

Il secondo tempo si è aperto con la sostituzione di Hojlund per Muriel. Il talentino dell’Atalanta oggi è apparto molto scarico e poco duttile. rispetto al primo tempo, la Dea è leggermente più sveglia tanto è vero che al minuto 51 Zapata ha cercato di dare a Muriel la palla del possibile vantaggio, ma il colombiano non è intervenuto al meglio. All’ora di gioco è cambiata la partita: spettacolare giocata di Kvaratskhelia che ha rubato palla ad Ederson, ha appoggiato verso Osimhen che a sua volta l’ha ridata all’esterno per il vantaggio dei partenopei.

Bel gol da parte del Napoli che col minimo sforzo è passata avanti nel punteggio. Dal 65′ al 70′ girandola di sostituzioni: per i padroni di casa fuori Zielinski per Ndombele e Politano per Elmas, mentre per l’Atalanta out Pasalic per Boga e Maehle per Zappacosta. Ma è stata la Dea ad avvicinarsi al gol al 73′ con Muriel, ma Gollini, alla sua prima con la maglia azzurra ha respinto la palla oltre il palo. A 15 minuti dalla fine dei tempi regolamentari, Spalletti ha deciso di togliere dal campo Kim per Juan Jesus. Al 78′ raddoppio del Napoli: ottimo passaggio di Elmas verso l’area di rigore e RRhmani di testa ha sovrastato Zapata per insaccare il 2-0.

Risposta dell’Atalanta al minuto 83 con Ruggeri, ma il tiro del giocatore della Dea è stato respinto ancora da Gollini. Ultimi cambi per Spalletti: fuori Osimhen per Simeone e Kvaratskhelia per Zerbin. Gasperini invece ha provato a dare il tutto per tutto togliendo Toloi per Lookman. I minuti finali della sfida sono scesi lentamente senza nessuna occasione da registrare.

Seguici anche su Instagram