Una Lazio attenta vince in casa del Napoli grazie al gol di Vecino: la squadra di Sarri torna a prendersi i tre punti in terra partenopea dopo 8 anni e scala posizioni in classifica. Seconda sconfitta stagionale per la formazione di Spalletti, prima al Maradona, dopo quella in traferta contro l’Inter. Ecco le pagelle biancocelesti della Lazio.

Napoli-Lazio, le pagelle biancocelesti

PROVEDEL 8 – Al suo ennesimo clean sheet, il numero 94 si è fatto notare sin da subito con un’uscita decisiva che sposta la palla dalla testa di Osimhen. Nel secondo tempo decide di blindare la porta e salva il risultato da un colpo di testa di Kim.

HYSAJ 6 – Una partita di alti e bassi la sua, come sempre, anche se da lui nascono delle ripartenze interessanti. Alcune volte però rischia un po’ troppo sulla fascia sinistra con uscite un po’ azzardate.

PATRIC 6 – Titolare nella partita più difficile del campionato con uno dei compti più ardui: coprire Osimhen. Riesce discretamente nel suo lavoro anche se rimedia l’ammonizione troppo presto, rischiando di far rimanere in dieci la squadra con un altro fallo. Sembra ancora scollato dalla difesa e rimette palla troppo indietro al portiere. Sembra insicuro ma fa comunque il suo.

ROMAGNOLI 7 – Torna in campo da titolare e mette ordine in difesa di fronte all’avversario più forte dell’anno. La sua solidità si percepisce e non impensierisce mai i suoi tifosi. Il numero 13 è una garanzia per la difesa a quattro.

MARUSIC 7 – Dopo Patric, ha il compito più difficile da esegurie: contenere Kvaratskhelia. Ci riesce in quasi tutte le occasioni, non offrendo mai l’opportunità di andare uno contro uno con Provedel. Continua a mantenere solidità e concretezza in campo.

MILINKOVIC 6 – Partita di sostanza ma tendente all’anonimo. Continua a giocare partite con la poca grinta con cui ormai siamo abituati a vederlo da un po’ di tempo. Non è mai decisivo in partite come quella contro il Napoli e continua a non partecipare molto alle azioni offensive della Lazio. Ci prova una sola volta a rimorchio ma la palla si stampa su Kim.

VECINO 8 – Sorpresa della serata è la sua titolarità: il numero 5 della Lazio viene preferito a Cataldi e Marcos Antonio, grazie alla fisicità che il giocatore dà in mezzo al campo. Si era già fatto vedere bene nel primo tempo quando un suo colpo di testa, che viaggiava dritto verso la porta, viene smorzato da Di Lorenzo. Al 67′ ottiene palla da Kvaratskhelia e si inventa un bel gol, che vale punti Champions.

LUIS ALBERTO 6,5 – Continua il suo bel momento e prova a dare equilibrio al baricentro della Lazio che si muove in base alle ripartenze del Napoli. Recupera palloni, pressa, riparte anche lui. Gioca proprio come vuole Sarri e dà un grossissimo contributo ai suoi compagni. Dal minuto 88′ CATALDI – SV

FELIPE ANDERSON 6,5 – Si fa vedere poco in fase offensiva ma recupera tanto in quella difensiva. Ci mette tanto impegno e dimostra di avere la stoffa di un giocatore completo. Dal 59′ PEDRO 6 – Entra in campo con mascherina proteggi naso e mano gessata post frattura, l’highlander biancoceleste, recupera palloni utili ma non sgasa come il suo solito. Molto attento sulle ripartenze del Napoli.

IMMOBILE 6,5 – Una partita di puro sacrifico per il capitano della Lazio che non riceve palle utili per provare il colpaccio. Rientra molto in difesa e aiuta i compagni a risalire la china per mantenere il vantaggio.

ZACCAGNI 6 – La sufficienza solo perché ha contribuito, anche se per la maggior parte del tempo è risultato anonimo, alla vittoria della Lazio. Suo è il passaggio intercettato da Kvaratskhelia che dà la possibilità a Vecino di mandare in porta la palla. Non dà però profondità alla squadra. Dal minuto 82′ CANCELLIERI – 5

SARRI 8 – La sua Lazio, con 5 tiri totali, riesce a portare a casa 3 punti in casa del Napoli, prossimo alla vittoria dello scudetto. Un match che sulla falsa riga sembra una partita di scacchi, preparato ad hoc per poter tornare a vincere in casa dei partenopei. Porta a casa una vittoria che nemmeno i tifosi della Lazio pensavano arrivasse, di misura poi, contro la squadra più forte del campionato.

Seguici anche su Instagram