25 Marzo 2023

Serie A, l’Atalanta cade ancora: a San Siro vince il Milan per 2-0

Foto Twitter account RossoneroBlog

  • Tempo di lettura:5Minuti

Big match in quel di San Siro nell’ultima domenica di febbraio: Milan-Atalanta ha riscaldato la Serie A in una serata fredda dal punto di vista climatico ma non sugli spalti. Tra le fila dei rossoneri, da segnalare il rientro dopo 5 mesi di stop di Mike Maignan. Gasperini ha scelto di affidarsi ancora a Hojlund e Lookman in attacco mentre Pioli ha puntato su Giroud supportato da Leao e Brahim Diaz.

Il Milan ha provato sin da subito a salire: al 3′ la squadra di Pioli ha conquistato un interessante calcio di punizione dal limite dell’area ma il tiro di Tonali è finito alto sopra la traversa. Al 7′ Giroud ha ricevuto un pallone delizioso da Leao ma la sua conclusione, assolutamente non semplice da realizzare, non si è trasformata in gol. L’Atalanta, dal canto suo, ha cercato di rispondere proponendosi in avanti appena ne ha avuto occasione.

Il match tra i due club è stato spumeggiante e intenso nei primi minuti di gioco. Capovolgimenti di fronte e azioni interessanti sono arrivate da entrambe le fazioni, decise a dire la propria. Una partita fatta di duelli fisici e in velocità tra singoli, capaci di rendere sempre più frizzante l’atmosfera. Occasione ficcante per l’Atalanta al 23′ con Lookman che, tuttavia, non è riuscito a coordinarsi in tempo per provare a far male ai padroni di casa.

Fonte: profilo ufficiale Instagram @juanmusso

Al 25′ si è sbloccato il risultato con un autogol: il pallone, calciato in maniera precisa da fuori area da Theo Hernandez, ha colpito prima il palo e poi la schiena di Musso per poi carambolare in porta. Al 27′ sono arrivati i primi due cartellini gialli del match all’indirizzo di Leao e Toloi: il portoghese, che era in diffida, salterà la trasferta di Firenze.

Leao ha avuto una grande opportunità in campo aperto al 33′ ma non è riuscito a mandare in porta il pallone. La Dea ha cercato subito di reagire dopo il colpo subito. Gli uomini di Pioli hanno continuato a cercare sortite offensive pur rimanendo attenti in fase difensiva. Altra bella occasione per Leao al 36′ che ha ricevuto palla da Brahim Diaz ma è stato nuovamente sfortunato.

Dopo il minuto di recupero concesso dall’arbitro Mariani, le squadre sono andate negli spogliatoi con i rossoneri in vantaggio. Nel primo tempo la squadra di Pioli si è mostrata maggiormente insidiosa rispetto a quella di Gasperini che, tuttavia, è rimasta in partita.

leao real madrid
Fonte MilanNews24

Nella ripresa i due allenatori sono tornati in campo senza effettuare cambi. Nei primi minuti del secondo tempo la Dea è apparsa più aggressiva. Il Milan ha iniziato cercando di gestire il risultato ma andando comunque in pressione quando concesso. Al 57′ Ederson ha chiuso bene su Giroud che avrebbe potuto rendersi pericoloso.

Altra ammonizione al 58′: a rimediarla è stato Gasperini per proteste. Al 60′ ancora pericoloso Giroud con un Musso che si è fatto trovare pronto. Un minuto dopo ancora brividi per gli ospiti con Leao che si è mostrato in avanti. Il Milan ha insistito in attacco alla caccia di azioni degne di nota. Al 63′ Boga ha preso il posto di Ederson tra le fila dell’Atalanta. Thiaw ha conquistato un cartellino giallo al 65′ per un fallo su Maehle.

Gasperini ha scelto di cambiare ancora: al 69′ fuori Lookman, dentro Muriel. Al 69′ Leao ha sciupato un’occasione ghiotta a tu per tu con la difesa bergamasca: Tonali aveva fornito un bel pallone ma il portoghese non è riuscito a far bene. Al 71′ Messias si è divorato un’altra grande opportunità davanti alla porta dell’Atalanta.

ibrahimovic rinnovo milan
Zlatan Ibrahimovic

Pioli ha deciso di optare per dei cambi: al 74′ dentro De Ketelaere e Ibrahimovic per Brahim Diaz e Giroud. Da segnalare l’ovazione di San Siro all’ingresso in campo dell’attaccante svedese. L’Atalanta all’84’ ha inserito Ruggeri, Vorlicky e Palomino per Zappacosta, Koopmeiners e Scalvini. Gli ospiti hanno provato a portarsi in avanti per rendersi pericolosi e il Milan ha dovuto lavorare per gestire e affondare il colpo contemporaneamente.

All’86′ i rossoneri hanno raggiunto il 2-0 con Messias che ha scavalcato Musso facendo carambolare il pallone in rete su assist di Leao. Per il numero 30 rossonero si è trattato del secondo gol consecutivo in quanto era andato in gol anche contro il Monza. All’88′ spazio anche per Rebic che ha preso il posto di Leao; fuori anche l’autore del secondo gol del Milan per Saelemaekers. Al 90′ Krunic ha rimediato un’ammonizione pesante in vista della Fiorentina: diffidato, salterà il match.

Nei 4′ di recupero concessi non si sono ravvisate azioni degne di nota. Il Milan ha dunque vinto per 2-0 in un match dove è riuscito ad arginare un avversario spinoso come l’Atalanta. Tra le note positive per i rossoneri il rientro di Maignan che è rimasto imbattuto mentre tra quelle negative figurano le ammonizioni dei diffidati Leao e Krunic che saranno indisponibili a Firenze. Con questa sconfitta, la Dea è rimasta ferma a 41 punti in classifica e ha visto il Milan allungare a 47. I rossoneri hanno dunque raggiunto l’Inter che è stata sconfitta nel lunch match dal Bologna. Nella zona che consente l’accesso alle coppe, pertanto, la partita resta apertissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: