Altra partita sontuosa e spettacolare dell’argentino Paulo Dybala, che ieri con un suo gol, l’ennesimo di questa splendida, per lui, stagione, esattamente il dodicesimo tra campionato e coppe varie ha trascinato insieme al suo amico Andrea Belotti la Roma agli ottavi di Europa League grazie al 2-0 rifilato al Salisburgo.

L’argentino, che si era dovuto fermare domenica contro il Verona per un affaticamento, ieri è tornato ed è tornato alla sua maniera.

Mourinho nei minuti conclusivi della partita contro gli austriaci del Salisburgo, per stanchezza più che per altro.

Dybala ha parlato della prestazione della Roma contro il Salisburgo nel post partita ai microfoni di Sky.

“È stata una partita complicata, che però noi abbiamo affrontato con carattere e voglia e abbiamo portato a casa la vittoria. Non stavo molto bene, ma ho stretto i denti per questa partita importantissima”.

Dybala non ha mancato di sottolineare il trasporto dell’Olimpico, fondamentale per spronare la Roma alla rimonta dopo lo 0-1 subito in Austria:

“La passione dei tifosi? Non pensavo fossero così attaccati alla squadra, vivere da dentro l’atmosfera che crea questa gente è completamente diverso. Abbiamo vinto insieme, abbiamo giocato benissimo come se fosse una finale.”

Il numero 21 ha poi chiuso parlando della mentalità trasmessa anche da Mourinho:

Mourinho è un allenatore speciale, che ci sprona sempre a dare il massimo. Ora pensiamo alla Cremonese, perché affrontando una partita per volta con l’ambizione di vincerla ci porterà lontano”.

Seguici anche su Instagram!