zaniolo monchi

La Roma deve al più presto risolvere il caso Zaniolo: il giovane talento azzurro ha espressamente chiesto alla società di essere ceduto per provare a rilanciarsi. Il numero 22 giallorosso sembra convinto che il suo periodo a Roma sia arrivato al termine.

La Roma d’altro canto, vuole ricavare dalla sua cessione la giusta cifra che permetta a Pinto e Mourinho di poter investire sul suo sostituto che al momento sembra essere Hakim Ziyech.

Nelle ultime ore il Milan si è fatto avanti in maniera decisa, ma senza un’offerta ufficiale alla Roma, facendo leva sulla volontà del calciatore di rimanere in Italia, forte dell’accordo economico già concordato. La società giallorossa però non si smuove dalla richiesta iniziale: almeno 35 milioni con una cessione a titolo definitivo o non se ne parla. I rossoneri hanno chiesto 48 ore di tempo per decidere, l’investimento sarebbe importante e Maldini e Massara vogliono pensarci.

La prima vera offerta ufficiale ricevuta dalla Roma però arriva dalla Premier League: il Bournemouth ha presentato un’offerta di 35 milioni complessivi tra parte fissa e bonus, con una percentuale del 10% sulla futura rivendita del giocatore. Il club inglese ha già trovato un accordo di massima con il club giallorosso per Matias Vina che arriverebbe in prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni. Tra i due club scorre buon sangue: infatti già nel 2016 Iturbe arrivò in Inghilterra in prestito per 6 mesi. La Roma accetterebbe volentieri l’offerta del club inglese, ma la palla ora passa al ragazzo che probabilmente vorrà attendere l’ultimo affondo rossonero.

I giallorossi attendono, a pochi giorni dalla chiusura del mercato invernale la storia tra la Roma e Zaniolo sembra arrivata al capolinea, una situazione che andava gestita in maniera ben diversa da entrambe le parti.