• Tempo di lettura:2Minuti

Manca sempre meno a Lazio-Milan, match valido per la diciannovesima giornata di Serie A che chiude il girone d’andata. Le due squadre arrivano da momenti differenti: i biancocelesti hanno riacquistato il sorriso con la vittoria contro il Sassuolo in campionato e il passaggio del turno di Coppa Italia contro il Bologna. I rossoneri invece arrivano da una serie di risultati deludenti, iniziati col 2-2 con la Roma, l’uscita dalla Coppa per mano del Torino e la sconfitta netta per 3-0 in Supercoppa contro l’Inter. Come di consueto, Maurizio Sarri ha presentato il match nella conferenza pre partita. Ecco le parole del tecnico della Lazio.

Le parole di Sarri su Lazio-Milan

“Affrontiamo i Campioni d’Italia, hanno individualità di livello, sono reduci dalla sconfitta nel derby e quindi avranno ancor più rabbia, dovremo giocare con la consapevolezza che il calendario ci mette davanti a una grande opportunità. Dobbiamo guardare sempre avanti, nel bene e nel male, giocheremo ogni tre giorni quindi è inutile lasciarsi influenzare dal passato”.

Sarri e il percorso di Felipe Anderson

“Felipe Anderson è un calciatore forte che può far bene in qualsiasi ruolo. Non pensiamo alle altre avversarie anche se ieri sera ho visto affrontarsi due grandi squadre. Deve crescere nell’attacco dell’area di rigore ma gli manca poco per essere completo, sta trovando anche continuità di rendimento“.

E su Luis Alberto e Milinkovic:

Luis Alberto sta bene, a meno che oggi non lo veda stanco in allenamento proseguiremo sullo stesso percorso. L’obiettivo è dare il 100% sempre per vedere a che punto siamo contro un avversario di altissimo livello. Milinkovic è reduce da due partite meno spettacolari ma più funzionali per la squadra. Ha sofferto il rientro dal Qatar, ultimamente è più serio e meno spettacolare: ha preso la strada giusta. Se continua così, quando sarà al 100% ci darà una grandissima mano”.

Romagnoli, l’ex del match

Romagnoli è un giocatore di altissimo livello, è adatto al nostro modo di muoverci in fase di non possesso, guida la linea con attenzione e applicazione. Sono molto contento di lui”.

E Immobile?

“Nei prossimi giorni farà altri controlli, ci sono buone sensazioni che speriamo verranno confermate dagli esami. Il mercato? Non mi interessa, io domani devo giocare con il Milan campione d’Italia e devo pensare a recuperare Immobile”.

Seguici anche su Instagram