Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha rilasciato un’intervista a Mediaset dopo la bruttissima prestazione contro l’Inter in finale di Supercoppa.

Il Milan ancora una volta sembra non essere il Milan che abbiamo visti in questi mesi. Oggi, in finale di Supercoppa ha nuovamente ripetuto un’orrenda prestazione perdendo 3 a 0.

Le parole di Pioli:

Sulla partita: “Non abbiamo fatto un primo tempo da Milan, soprattutto in una partita cosi importante. Abbiamo provato a riaprirla con un buon inizio di secondo tempo, facendo poi troppo poco”.

Come si spiega questi errori?: “Non siamo abituati a fare questi errori, poi se fai errori contro questi avversari paghi. Non stiamo vivendo un momento fanstastico dal punto di vista mentale. Dobbiamo fare di più e fare bene”.

Come si riparte?: “Con l’unico modo che possiamo: lavorare meglio per far alzare il nostro ritmo. È una sconfitta che ci fa malissimo, ma la stagione è lì che ci aspetta e noi dobbiamo ritrovarci”.

Avevi delle sensazioni di questo calo mentale? “Non me l’aspettavo. Conosco i miei ragazzi e mi aspetto sempre delle prestazioni buone. In questo momento facciamo fatica a reagire ad un errore, facciamo fatica a rimanere squadra e reagiamo solo individualmente. Gli ultimi risultati hanno ne sono la prova”.

Theo non ti sta aiutando: “Non parlerei di atteggiamento. In queste partite l’attenzione c’è. Non è giusto puntare il dito su alcuni giocatori. Dobbiamo ritrovare quella mentalità giusta che ci consente di giocare il calcio che conosciamo”.

È più preoccupato dalla difesa o dall’attacco? “Sono tante le situazioni in cui dobbiamo migliorare. È l’insieme che deve migliorare, migliorando le prestazioni dei singoli. So che è un duro colpo, ma avremo la forza di reagire”.

Quanto ti manca Maignan? “Gli avversari fanno molto pressing, ci volevano movimenti senza palla più precisi. Mike ha un calcio un po’ più lungo, ma serviva fare meglio su altri movimenti”.

Seguiteci su Instagram!