Derby di Supercoppa Italiana per Milan e Inter che si sono affrontate a Riyadh. Una sfida molto sentita e da entrambe le squadre che sono scese in campo con la consapevolezza di poter conquistare il primo trofeo stagionale.

La partita è iniziata subito forte, con l’Inter che non ci ha messo molto a mettersi in mostra. Al 10′, infatti, la squadra di Simone Inzaghi è passata in vantaggio con Dimarco che ha insaccato alle spalle di Tatarusanu. Dopo un controllo al var, l’arbitro Maresca ha convalidato la rete che è giunta su assist di Barella.

Il Milan ha cercato subito di reagire per provare a rimontare lo 0-1. Al 16′ Messias ha provato a sfondare dalle parti della difesa nerazzurra ma il tentativo è stato ben arginato. Un minuto dopo Leao su suggerimento di Brahim Diaz ha messo alla prova Onana con un bel tiro che il portiere ha deviato in calcio d’angolo.

dzeko r4innovo
Fonte gianlucadimarzio.com

Tuttavia la squadra di Pioli di non è riuscita ad emergere a sufficienza e, anzi, ha faticato nel contenere l’avversario subendo lo 0-2 al 21′: a siglare il gol è stato Dzeko su assist di Bastoni. I nerazzurri si sono mostrati subito aggressivi nel pressing mentre i rossoneri hanno fatto più fatica. Al 26′ Dimarco ha provato un aggancio che sarebbe potuto diventare pericoloso qualora fosse riuscito correttamente.

Gli uomini di Simone Inzaghi sono riusciti a chiudersi bene, mettendo in difficoltà la squadra di Pioli che ha avuto qualche problema nel costruire trame di gioco degne di nota. Al 29′ ancora Dimarco ha provato a creare un pericolo ma Tatarusanu è stato pronto nello sbarrare la porta. Il primo cartellino giallo del match’ è arrivato al 33′: a rimediarlo è stato Barella per un fallo ai danni di Theo Hernandez che stava provando a salire in avanti.

Il Milan è parso accusare il colpo e ha trovato difficoltà nel cercare di pungere l’avversario. Al 38′ Leao ha provato un tiro dalla distanza ma non si è rivelato pericoloso. Nel finale del primo tempo la squadra di Pioli è riuscita a mostrare una timida reazione. Prima Tonali e poi Tomori hanno cercare di creare occasioni interessanti ma non sono stati efficaci.

L’arbitro Maresca ha concesso 4′ di recupero. Al 48′ Lautaro Martinez ha avuto una buona occasione ma non è riuscito a colpire il pallone: l’azione pericolosa è nata da un errore commesso da Theo Hernandez. Nei minuti finali della prima frazione di gioco, non si sono ravvisate altre fasi salienti e dunque il risultato è rimasto fermo sullo 0-2.

bennacer milan rinnovo
Fonte foto: Twitter

Nella ripresa Simone Inzaghi e Stefano Pioli non hanno effettuato cambi. Al 47′ Bennacer ha tentato un tiro interessante ma poco preciso. Nelle prime battute del secondo tempo, il Milan è parso più in partita. Al 49′ Tomori ha dato il via ad una bella azione culminata con un buon pallone calciato da Leao che non ha trovato il gol per poco.

A differenza della prima frazione di gioco, ad inizio ripresa l’Inter è apparsa un po’ meno aggressiva rispetto alla sua avversaria. Tuttavia, appena hanno avuto modo, i nerazzurri si sono affacciati nella metà campo rossonera. Dal canto suo, nel primo scorcio del secondo tempo la squadra di Pioli è sembrata più sul pezzo.

Al 54′ Lautaro Martinez ha provato a beffare la difesa del Milan ma Kjaer ha letto bene la giocata dell’attaccante argentino. Un paio di minuti più tardi Bennacer si è nuovamente trovato il pallone sui piedi ma, ancora una volta, non è stato preciso. I rossoneri, col trascorre del tempo, si sono mostrati in crescita.

Al 63′ hanno avuto inizio i cambi: tra le fila dell’Inter Gosens ha sostituito di Dimarco. Tra le fila del Milan al 64′ sono usciti Kjaer, Messias e Brahim Diaz per Kalulu, Origi e De Ketelaere. Leao ha provato a suonare il campanello al 67′ dalla distanza ma Onana si è mostrato preparato.

Al 71′ Barella e Dzeko sono stati sostituti da Gagliardini e Correa: Simone Inzaghi ha inserito forze fresche. Calhanoglu ha rimediato un’ammonizione al 72′ per un fallo su Giroud. Al 76′ Maresca ha speso il primo cartellino giallo tra le fila del Milan nei confronti di Theo Hernandez per un fallo su Correa.

lautaro inzaghi
Fonte Inter News 24

Nonostante la voglia del Milan di provare a riaprire la partita, al 77′ Lautaro Martinez ha confezionato un bellissimo gol di esterno e firma lo 0-3. Il numero 10 nerazzurro ha ottenuto un’ammonizione per essersi tolto la maglia in occasione dell’esultanza. Stefano Pioli ha effettuato altri cambi all’80′: fuori Calabria e Giroud per Dest e Rebic.

All’84′ De Vrij e Asllani hanno preso il posto di Bastoni e Calhanoglu. L’Inter ha fin qui mostrato di gestire bene la gara. Il Milan, invece, ha avvertito la tensione tanto che all’85′ anche Tonali ha guadagnato un cartellino giallo. Il match è proseguito ma la squadra di Pioli non è riuscita ad affondare il colpo.

L’arbitro Maresca ha decretato 6′ di recupero. Il Milan ha provato ad avanzare per cercare quantomeno una rete ma non ci è riuscito. Il risultato finale è stato 0-3. Una sconfitta pesante per i rossoneri, non soltanto per il passivo subito ma anche (e soprattutto) sul piano del gioco e della mentalità. Pioli e i suoi sembrano aver smarrito la loro essenza, quella che li ha portati alla vittoria dello scudetto nella passata stagione.

Dal canto suo, l’Inter ha conquistato la Supercoppa Italiana mettendo in campo un atteggiamento degno di nota. La squadra di Simone Inzaghi ha funzionato sia sotto il profilo della mentalità sia sotto quello del gioco. A questo punto ci si chiede: quali ripercussioni avrà questa partita sul proseguo della stagione delle due squadre?

Seguici su Instagram