roma bologna pellegrini

La Roma apre il 2023 con una vittoria sofferta al termine di una partita non brillante, vinta 1-0 contro un Bologna cresciuto all’interno del match fino a sfiorare il pari nel finale. I giallorossi sono stati bravi ad indirizzare subito la partita grazie a un rigore realizzato da Pellegrini dopo una fiammata di Dybala e a proteggere il risicato fino al novantesimo più recupero. La sensazione è che la squadra di Mourinho sia ancora convalescente nonostante i mesi di stop soprattutto in fatto di qualità di gioco e convinzione.

Ad inizio gara Mourinho conferma le voci che parlano di un Abraham fuori dall’undici iniziale ma l’esclusione del centravanti inglese non è l’unica sorpresa: il portoghese sorprende con Tahirovic titolare dal primo minuto, in attacco Dybala e Pellegrini a sostegno di Zaniolo. Motta risponde affidandosi a Arnautovic supportato da Orsolini, Ferguson e Soriano; Lykogiannis sulla sinistra al posto di Cambiaso.

Roma subito in vantaggio e controllo del match

roma bologna 1-0 pellegrini
Il rigore realizzato da Lorenzo Pellegrini, risultato decisivo

Le prime battute fanno ben sperare i settantamila dell’Olimpico, impagabili nonostante il mercoledì lavorativo, con la squadra di Foti (Mourinho è squalificato per due giornate) alta in pressione e subito in vantaggio al primo affondo: suggerimento di Zaniolo per Dybala che, entrato in area, si procura un penalty subendo il ritorno irruento e falloso di Lucumì. Il rigore che ne scaturisce viene realizzato da Pellegrini che apre il 2023 realizzativo dei giallorossi spiazzando Skorupski.

La “foga” dei padroni di casa viene sostituita dalla compattezza e dal baricentro basso che, complice un Bologna poco propositivo, partorisce una gara a basso ritmo e avara di emozioni. Se i felsinei non calciano mai in porta, la Roma non affonda con la dovuta cattiveria, facendosi vedere dal portiere del Bologna soltanto al 17′ con un tiraccio di Mancini che, sporcato da una deviazione, termina sopra la traversa. Alla mezz’ora si fa vedere Cristante con un rasoterra senza particolari velleità mentre nel finale di tempo prima Dybala con una doppia conclusione e poi Zaniolo con un mancino da ottima posizione colpisce con tanta potenza e poca precisione mandando il pallone a lato.

Il Bologna chiude in crescendo e sfiora il pari nel finale

roma bologna 1-0 salvataggio abraham
Il salvataggio da 3 punti di Abraham al 95′ che ha permesso alla Roma di mantenere l’1-0 sul Bologna

La ripresa inizia con una grande occasione per Zaniolo che viene schermato da Skorupski in uscita bassa ma gli ospiti mettono la testa fuori con Orsolini il cui rasoterra basso non viene raccolto dai compagni. La Roma alza il muro e decide di mettersi a difesa del risicato vantaggio consentendo al Bologna di alzare il baricentro e rendersi pericolosi con Lucumì, bravo ad impegnare Rui Patricio in presa bassa al quarto d’ora. La Roma specula sul gol da tre punti, gestisce gli spazi e cerca la ripartenza di Dybala e Zaniolo, ma è ancora il Bologna a testare la solidità difensiva dei giallorossi con un cross di Dominguez su cui Ferguson sul secondo palo non arriva per pochi centimetri.

Nel finale arriva l’assalto all’arma bianca degli ospiti che chiudono definitivamente la Roma nella propria aerea e al quinto minuto di recupero hanno l’occasione più clamorosa per arrivare al pari ma Abraham è bravissimo a salvare sulla linea un colpo di testa da calcio d’angolo che, oltre a togliere il fiato a tutto lo Stadio Olimpico, aveva già scavalcato Rui Patricio.

Seguici anche su Instagram!