busquets barcellona

Sergio Busquets è il tema caldo di questa finestra di mercato del Barcellona tanto da aver costretto ad intervenire anche il presidente Laporta a rilasciare un’intervista che, tra gli altri temi, ha affrontato anche il suo caso. Lo storico mediano, uno dei pochi superstiti rimasti del grande Barça di Guardiola, aveva inizialmente manifestato la volontà di lasciare i catalani già a gennaio ma il pressing di Xavi comincia a far effetto.

L’obiettivo è di trattenere il giocatore almeno fino a giugno quando, svincolato, sarà libero di accasarsi con tutta calma altrove. Difficile, data la sua lunga militanza nel Barcellona, che Busquets decida di vestire altre casacche non solo in Spagna, ma anche in Europa. La tentazione del trentaquattrenne si chiama Inter Miami, quindi Stati Uniti e MLS ma sembra che l’intervento di Xavi in primis e di Laporta stia deteriorando la sua resistenza a rimanere in Spagna almeno fino a giugno.

Le parole di Laporta sulla permanenza di Busquets a Barcellona

“Busquets ha fatto la storia qui ed è una persona straordinaria. Xavi conta su di lui e vuole che resti con noi. Si è parlato a lungo di un suo possibile addio in inverno, ma noi vogliamo che Sergio faccia parte della rosa blaugrana fino alla fine di questa stagione. Rispetteremo la sua decisione e lo aiuteremo a prescindere, questa è casa sua. Noi ci auguriamo che rimanga fino a fine stagione, poi sarà Busquets a decidere”

L’augurio di Laporta è l’ultimo tentativo di convincere Busquets che, per amore e riconoscenza verso squadra che ha accompagnato la sua carriera e con la quale ha giocato oltre 450 presenze, sembrerebbe aver ceduto all’idea di terminare la sua avventura soltanto al termine della stagione. Del resto mancano solo sei mesi prima di uscire definitivamente dal calcio che conta e svernare in MLS a godersi la meritata (e dorata) pensione.

Seguici anche su Instagram!