• Tempo di lettura:2Minuti

Questa sera alle 20 ora italiana, le 22 locali andrà in scena il secondo ottavo di finale del mondiale di Qatar 2022.

Le due squadre arrivano entrambe da una vittoria, 2 a 0 l’Argentina 1 a 0 l’Australia.

Argentina, Di Maria in dubbio

La nazionale dell’ex laziale Lionel Scaloni si schiererà con il modulo 4-3-3 così composto:

In porta Martinez. La linea difensiva a quattro con il giocatore dell’Atletico Madrid Molina terzino destro, il giocatore del Siviglia Marcos Acuna terzino sinistro, mentre i due centrali saranno Otamendi e Romero.

Il trio di centrocampo dovrebbe essere composto dall’ex capitano dell’Udinese Rodrigo De Paul, il giovane Enzo Fernandez, in gol contro la Polonia e Mac Allister.

Il tridente offensivo sarà composto dal capitano Leo Messi punta centrale, con ai suoi lati, sicuramente Julian Alvarez, giovane promettente anche lui in gol contro la Polonia da un lato, mentre dall’altro, se riuscirà a recuperare dal problema fisico accusato contro Lewandowski e compagni, lo juventino Angel Di Maria. Altrimenti, in caso di suo forfait giocherà o il giocatore della Roma Paulo Dybala, o molto più probabilmente, l’interista Lautaro Martinez.

Australia, modulo compatto per tentare l’impresa

L’Australia dal canto suo, non raggiungeva gli ottavi di finale dal Mondiale vinto dall’Italia, in Germania nel 2006.

I soccer si schiereranno con il modulo 4-1-4-1 così composto:

In porta Ryan. La linea di difesa a quattro con: Karacic terzino destro e Behich terzino sinistro. I due centrali saranno Souttar e Rowles.

Mediano davanti alla difesa ci sarà Mooy. I quattro centrocampisti, dietro l’unica punta sarà Duke, mentre a suo supporto agiranno Leckie, Irvine, McGree e Goodwin.

Argentina-Australia, probabili formazioni

ARGENTINA (4-3-3): E. Martinez; Molina, Otamendi, Romero, Acuna; Enzo Fernandez, De Paul, Mac Allister; Julian Alvarez, Messi, Di Maria.

AUSTRALIA (4-1-4-1): Ryan; Karacic, Souttar, Rowles, Behich; Mooy; Leckie, Irvine, McGree, Goodwin; Duke.

La partita sarà visibile a partire dalle venti in chiaro su Rai Uno e in streaming su rai play.