• Tempo di lettura:2Minuti

Un Luis Enrique decisamente contrariato per la sconfitta della sua Spagna contro il Giappone è intervenuto in conferenza stampa al termine del match che ha rischiato di compromettere il cammino degli iberici. Per tre minuti la Spagna è stata fuori dal Mondiale, complice il momentaneo vantaggio del Costa Rica sulla Germania. I tedeschi hanno poi ribaltato la situazione nella speranza che le Furie Rosse rimettessero in piedi la partita, cosa che non è avvenuta grazie alla prestazione maiuscola dei nipponici.

Ha fatto sorridere il fatto che il CT spagnolo non fosse minimamente al corrente del fatto che in un certo momento della gara la Spagna fosse fuori dalla competizione:

“Io non sapevo niente dell’altra partita, io ero concentrato soltanto sulla mia partita. C’è stato un momento in cui eravamo fuori? Ah sì? Quando? Ah il Costa Rica stava vincendo 2-1? Visto…? Fantastico. Io non lo sapevo, non mi sono informato in nessun momento.”

Luis Enrique, a cui di certo non si può imputare la mancanza di sportività ampiamente dimostrata in molte occasioni, tiene a ribadire il concetto che l’accoppiamento più favorevole della Spagna con il Marocco agli ottavi non era minimamente calcolato:

“Il mio discorso è sincero: non sono venuto qui a fare calcoli, io non sono contento perché siamo stati battuti dal Giappone. Io pretendo che la mia squadra faccia vedere la sua versione migliore e vinca tutte le partite, questo è l’unico cammino per proseguire in crescendo nella competizione. Se siamo stati eliminati per tre minuti? Meglio che non l’ho saputo perché avrei rischiato un infarto.”

Seguici anche su Instagram!