• Tempo di lettura:2Minuti

Alessio Cragno è diventato un oggetto misterioso a Monza. Il portiere ex Cagliari è approdato in Brianza la scorsa finestra di mercato senza però scendere in campo in campionato. Arrivato come uno dei grandi colpi, prima con Stroppa e poi ora con Palladino è stato sempre seduto in panchina a guardare i propri compagni calcare i palcoscenici della Serie A. Eppure le aspettative erano diverse: lo scorso anno a Cagliari ha dato prova di essere un abile portiere ed era anche nel giro della Nazionale. Ma adesso non è stato preso in considerazione da Roberto Mancini a causa dei pochi minuti totalizzati in questa stagione. Il giocatore ha giocato solo 180 minuti ma solo in Coppa Italia (incassando 4 gol).

Alessio Cragno (Foto Twitter)

Per Cragno ci sarebbero adesso due opzioni: la prima quella di rimanere e aspettare che ci siano le possibilità di giocare da titolare, oppure andare via. Il problema però è che tolto lo Spezia che ha il proprio estremo difensore out per infortunio, nessuna squadra ha urgente bisogno di una prima scelta. Un ritorno a Cagliari è da considerare nullo, anche se il club è il titolare del cartellino. Una vera e propria incertezza per Cragno che sta vivendo un periodo freddo e gelido a Monza.

Seguici anche su News e ultime notizie oggi da Italia e Mondo – Per Sempre News