• Tempo di lettura:2Minuti

Poco più di un mese e si aprirà la seconda finestra di mercato stagionale. Tradizionalmente, la sessione di gennaio viene sfruttata per puntellare le rose, tra prestiti, svincoli e qualche milioncino in ballo. Di grandi trasferimenti ce ne sono pochi, anche se l’inverno scorso abbiamo assistito a quello clamoroso di Vlahovic alla Juventus. Rimanendo in tema Juve, i bianconeri sono incompleti, e questo lo si sapeva da agosto. Le corsie esterne non sono di qualità e l’obiettivo è di rinvigorire quel reparto. La strada ormai presa è quella del 3-5-2, con Allegri che basa buonissima parte del suo gioco sulle corsie esterne. A destra Cuadrado, considerando l’età, non le può giocare tutte e ha bisogno di un alter ego, o degno sostituto, che lo possa far rifiatare. E che sia, soprattutto, da Juventus.

Il valzer di nomi è partito. Nei giorni scorsi avevamo parlato di Rick Karsdorp, in uscita dalla Roma e che potrebbe fare al caso della Juventus. Gli altri profili seguiti sono Joakim Maehle, che però sta facendo bene con l’Atalanta e non sarà facile prenderlo, Wilfried Singo, il quale sta vivendo una stagione difficile per via degli infortuni, e addirittura Emil Holm, terzino svedese dello Spezia classe 2000. Tutti identikit che presi per 6 mesi in ottica turnover possono anche dire la loro, ma se la Juventus sta pensando ad un sostituto definitivo che a giugno diventi titolare per salvaguardare la partenza di Cuadrado (va in scadenza), allora sarà meglio cercare altrove.

Andando fuori dai confini nazionali, sul taccuino di Arrivabene ci sono Thierry Correia, terzino destro portoghese del Valencia, e lo spagnolo classe 2004 Ivan Fresneda, cresciuto nelle giovanili del Real Valladolid e con già 6 presenze in Liga.

Seguici anche su News e ultime notizie oggi da Italia e Mondo – Per Sempre News