• Tempo di lettura:2Minuti

Questa sera alle ore 20 italiane allo stadio Losail Iconic andrà in scena uno dei match più importanti di questa fase a gironi ossia Brasile-Serbia del Gruppo G. 

La Seleçao di Tite, che vuole riportare in patria un titolo che manca dal 2002, inizia il cammino Mondiale contro un avversario sicuramente non semplice che sotto la guida di Stojkovic potrebbe essere la sorpresa di questi mondiali. 

Tanti i volti noti della Serie A in entrambe le squadra a partire dagli juventini Bremer, Danilo, Alex Sandro, Vlahovic e Kostic fino al Laziale Milinkovc Savic, oggetto in questi giorni di numerose voci di mercato proprio con i bianconeri.

Quella di stasera è la terza sfida tra Brasile e Serbia e l’ultima in ordine di tempo fu proprio ai gironi di Russia 2018. Quattro anni fa il risultato fu 2-0 per i verdeoro, a segno con Paulinho e Thiago Silva. In precedenza, le due nazionali si erano affrontate in amichevole, nel giugno 2014: 1-0 per il Brasile con gol di Fred. Nessuna rete quindi segnata dalla Serbia. 

Ma vediamo ora le scelte tecniche dei due allenatori. 

BRASILE (4-2-3-1): Alisson; Danilo, Marquinos, Thiago Silva, Alex Sandro; Paquetà, Casemiro; Raphinha, Neymar, Vinicius Jr; Richarlison. Ct: Tite. 

A disposizione: Weverton, Ederson, Militao, Dani Alves, Telles, Bremer, Fabinho, Guimaraes, Everton, Fred, Rodrygo, Pedro, Gabriel Jesus, Antony, Martinelli. 

SERBIA (4-3-2-1): V. Milinkovic-Savic; Zivkovic, Milenkovic, Pavlovic, Mladenovic; S. Mitrovic, Ilic, Gudelj; S. Milinkovic-Savic, Tadic; Vlahovic. Ct: Stojkovic. 

A disposizione: Rajkovic, Dmitrovic, Veljkovic, Babic, Erakovic, Lukic, Racic, Maksimovic, Grujic, Lazovic, A. Mitrovic, Jovic, Diuricic, Radonjic. Indisponibili: Kostic.

La partita sarà trasmessa in esclusiva su Rai1 e sulla piattaforma streaming Rai Play.

ARBITRO: Faghani (Iran). 

Assistenti: Mansouri, Abolfazli (Iran). 

Quarto uomo: Ndiaye (Senegal). 

VAR: Al-Marri (Qatar). 

Ass. Var: Taqi (Singapore).

Seguici su Instagram.