• Tempo di lettura:2Minuti

Il girone G della Coppa del Mondo si apre con la vittoria di misura della Svizzera contro il Camerun. Una partita povera di occasioni ma carica sul piano agonistico, che ha visto prevalere gli elvetici solamente sul piano del risultato, anche se è la Nazionale di Yakin a creare qualcosa in più nel complesso rispetto al Camerun. Basta un gol di Embolo ad inizio secondo tempo per indirizzare la pratica. Su un cross morbidissimo di Shaqiri è l’attaccate del Monaco a farsi trovare al posto giusto al momento giusto per battere Onana, autore di una parata super al 67′ su Vargas che ha tenuto in piedi i suoi fino alla fine.

Il Camerun di Song con Toko Ekambi, Anguissa e Choupo-Moting gioca quasi sempre nella sua metà campo, lasciando il palleggio in mano alla Svizzera. Di spazi ce ne sono pochissimi per sfondare ma la strategia iniziale degli africani paga. Dopo 10 minuti Toko Ekambi si ritrova sui piedi la palla dell’1-0 dopo una respinta coi pugni di Sommer: la sua conclusione finisce altissima. Gli attacchi alla profondità degli attaccanti del Camerun danno fastidio alla retroguardia elvetica, che comunque riesce a contenere. I restanti 35 minuti sono noiosi, spezzettati da alcuni falli e avari di azioni da rete.

PARTITA DECISA NEL SECONDO TEMPO

La seconda frazione si apre col botto: la rete di Embolo spodesta il Camerun dal risultato fin lì positivo. La Nazional di Song prova a reagire caratterialmente ma di idee ce ne sono poche. I suoi uomini migliori vengono a mancare al momento del bisogno e la Svizzera usufruisce della superiorità tecnica per gestire la partita. Onana respinge un gran tiro di Vargas a 20 dalla fine provando a suonare la carica ma, al contrario, Sommer non deve mai intervenire nel secondo tempo. Una partita che ha palesato la pochezza delle due formazioni, anche se la Svizzera ha sfruttato quel cinismo che in una competizione del genere fa tutta la differenza del mondo. I limiti del Camerun sono evidenti, in attacco soprattutto, nonostante i giocatori non manchino. Con del gioco in più, questa Nazionale può dire la sua.

Seguici anche su News e ultime notizie oggi da Italia e Mondo – Per Sempre News