• Tempo di lettura:2Minuti

La Roma ha ufficializzato l’acquisto di Solbakken, primo rinforzo della finestra invernale di mercato dei giallorossi. Il giocatore, che ha firmato un contratto fino al 2027, arriva da quel Bodo/Glimt che l’anno scorso mise in grande difficoltà la squadra di Mourinho, rimasto impressionato dalla personalità e dalle capacità tecniche dell’esterno soprattutto nelle due gare dei gironi in cui la Roma non riuscì a vincere contro i norvegesi, rimediando una sonora scoppola (6-1) in Scandinavia.

Nonostante gli screzi a seguito della gara dei quarti di finale tra le due società, Solbakken ha scelto la Roma svincolandosi a parametro zero per approdare in una delle squadre più importanti della nostra Serie A sotto la guida di un tecnico iconico come Mourinho. Cresciuto nel Rosenborg e consacratosi nell’ultima stagione con il Bodo, il norvegese ha sfruttato al massimo la vetrina europea offerta dalla Conference League, in cui ha realizzato sette gol (tre alla Roma) in quindici partite, nonostante fosse limitato da un infortunio alla spalla per tutte le fasi finali della competizione.

Roma, con Solbakken quante opzioni per Mourinho

La rosa di Mourinho rimpolpa dunque la batteria degli esterni ma avrà più di un problema di abbondanza che potrebbe essere risolto dall’uscita di Shomurodov, chiuso da Abraham e Belotti e poco incisivo quando schierato esterno, sul quale hanno messo gli occhi squadre estere oltre che Cremonese e Sampdoria. Solbakken sa fare un po’ tutto dalla trequarti in avanti, disimpegnandosi con buona qualità sia sull’esterno di destra, ruolo naturale, che sul versante opposto dell’attacco.

Mourinho è chiamato a cambiare marcia alla Roma alla ripartenza del campionato. Una risorsa in più, il norvegese sarà una freccia in più al suo arco e le sue parole non possono che essere di grande soddisfazione: “Ho spinto tanto per realizzare il mio desiderio: volevo davvero diventare un giocatore della Roma e finalmente ora è realtà. La Roma mi ha colpito da subito, credo molto nel progetto e nei piani del Club e desideravo farne parte”

Anche Tiago Pinto si è dichiarato soddisfatto dell’operazione: “La sua età, i suoi margini di crescita e le sue caratteristiche si sposano con il nostro progetto. Ola abbina qualità tecniche importanti a doti fisiche e atletiche che lo rendono un calciatore moderno. Diversi club si erano mossi sulle sue tracce, lui ha scelto la Roma: di questo non possiamo che essere estremamente soddisfatti”

Seguici anche su Instagram!