• Tempo di lettura:2Minuti

Seconda sfida della terza giornata di Qatar2022, dopo il tonfo dell’Argentina contro l’Arabia Saudita, scendono in campo Danimarca e Tunisia. Le due squadre aprono le danze del gruppo D, a cui partecipano anche Francia e Australia che si incontreranno in serata. Grande attesa per il ritorno di Christian Eriksen, che torna a giocare una competizione di questo livello dopo 528 giorni dal dramma degli Europei.

Pareggio con polemiche fra Danimarca e Tunisia

Prima parte di gara molto equilibrata, che vede una Tunisia sorprendente: organizzata, dura da scalfire. Jebali è il migliore dei suoi, creando diverse occasioni mentre i danesi non riescono a trovare spazi e si fanno vedere solo sulle giocate da calcio piazzato.

Il secondo tempo ricomincia con gli stessi ritmi, con la Tunisia che sembra avere più gamba degli avversari. Ma in gol ci va la Danimarca al 55′: sugli sviluppi di un contropiede, Skov Olsen prende palla e la butta in rete. Niente da fare però, per l’arbitro non è valido il gol vista la posizione in fuorigioco di Damsgaard. I tunisini ovviamente cercano di riprendere in mano il gioco e la partita si infiamma con presunti tocchi di mano di Andersen ma nulla di fatto.

Ma è proprio la squadra del Nord Europa a reclamare un calcio dagli 11 metri proprio allo scadere del tempo regolamentare. Eriksen batte il calcio d’angolo, la palla rimbalza prima sul petto e poi sul braccio di Meriah. Il direttore di gara, richiamato al VAR, decide che non è rigore.

I prossimi impegni delle due Nazionali

Danimarca e Tunisia torneranno in campo il 26 Novembre prossimo, la prima con la Francia alle 17 e la seconda con l’Australia alle 11.

Seguici anche su Instagram