• Tempo di lettura:2Minuti

La foto di Ronaldo e Messi intenti a pensare alla prossima mossa mentre giocano a scacchi rischia è già diventata iconica. Lo scatto pubblicitario della fotografa americana Annie Leibovitz, condiviso sui social dai due extraterrestri che hanno diviso il mondo calcistico con la loro rivalità per oltre un decennio, ha raggiunto oltre 50 milioni di like unendo i vari profili social ufficiali. Un qualcosa di clamoroso come clamorosa è la bellezza della foto, che ritrae all’interno qualcosa come dodici Palloni d’Oro, 1600 gol e una settantina di trofei.

La classe pura contro la potenza, estimatori e fanatici dell’uno e dell’altro si danno tutt’ora battaglia nel portare avanti le loro convinzioni su chi sia migliore tra Messi e Ronaldo. Il concentrato di classe pura di Messi contro la potenza, la costruzione del mito attraverso il lavoro del cyborg portoghese. La risposta al quesito è nascosta in una finezza all’interno della foto stessa, e dunque arriva direttamente dai protagonisti.

Ronaldo-Messi: la scacchiera ci dice chi è il migliore?

Il particolare della scacchiera, che viene guardata con intensità dai due alieni, non è sfuggito agli occhi dei più esperti. I pezzi non sono disposti in maniera casuale ma, anzi, rispondono all’eterno quesito, rimandando alla storica partita tra il norvegese Magnus Carlsen e Hikaru Nakamura. Una sfida del 2017 al “Norway Chess” finita in parità. Una simbolica stretta di mano tra due atleti che, grazie alla loro voglia di superarsi, hanno elevato il loro gioco ai loro massimi livelli.

ronaldo messi scacchiera

In un progetto come questo non si poteva lasciare adito a polemiche, e nulla è stato lasciato al caso, compresa la clamorosa “Easter Egg” della scacchiera. L’ago della bilancia può pendere definitivamente dalla parte di Messi o di Ronaldo? Secondo la fotografia no ma è ovvio che, se uno dei due riuscisse a portare alla vittoria la propria Nazionale nel Mondiale in Qatar, contribuendo in maniera significativa, potrebbe essere uno scacco matto.

Del resto Ronaldo l’ha detto: “Mi voglio ritirare a quarant’anni, l’unico scenario in cui potrei farlo subito è vincere il Mondiale contro l’Argentina con una tripletta mia e una doppietta di Messi”. A noi non resta che ritenerci fortunati nel poter vivere quella che potrebbe essere l’ultima competizione in cui i due si contenderanno un trofeo, a prescindere dai gusti personali.

Seguici anche su Instagram!