Che tra Cristiano Ronaldo e il Manchester United non ci sia più un’alchimia non è una novità. L’esperienza bis del portoghese in Inghilterra è stata un enorme flop, ancor di più quest’anno con l’arrivo di Ten Hag. I due non si sono mai sopportati, lanciandosi frecciatine a vicenda. Il tecnico olandese che non lo faceva giocare, CR che si rifiutava addirittura di entrare in campo. La rottura definitiva è avvenuta ieri sera, quando il cinque volte pallone d’oro ha rilasciato un’intervista minatoria al giornalista inglese Piers Morgan, andando platealmente contro lo United e l’allenatore.

Ronaldo ha parlato di “tradimento” e di mancanza di rispetto da parte di Ten Hag nei suoi confronti. Questi i due principali motivi della rottura definitiva. “Mi sento tradito dallo United. Hanno cercato di mandarmi via, di trasformarmi in un capro espiatorio. Non parlo solo dell’allenatore, ma anche di 2-3 dirigenti di alto livello del club. Mi sono sentito tradito da tutti loro. E ho anche sentito che ci sono delle persone che non mi vogliono al Manchester United, non solo quest’anno ma anche nella scorsa stagione. Non ho rispetto per Erik Ten Hag, perché lui non ha rispetto del sottoscritto. Se non hai rispetto per me, non avrò mai rispetto per te. È il periodo più duro della mia vita”.

Il portoghese ha anche spiegato il motivo di aver rilasciato l’intervista: “Amo il Manchester United, amo i tifosi, sono sempre dalla mia parte. I tifosi per me sono tutto. E’ proprio per tale ragione che concedo questa intervista, perché penso che sia il momento giusto per esprimere la mia opinione e dire la mia verità”.

Insomma, l’ex Juve ha scelto il momento forse più opportuno per tirare fuori la bomba, ovvero durante la sosta del Mondiale. Già in estate il classe ’85 aveva fatto di tutto assieme a Mendes pur di cambiare squadra ma, non riuscendoci, si è dovuto accontentare di rimanere in un contesto che lo vede come capro espiatorio dello spogliatoio.

Durante l’intervista Cristiano ha spiegato i motivi che lo hanno portato a saltare il ritiro pre-campionato: “La mia famiglia è tutto per me, ancora di più dopo quello che abbiamo passato quest’anno“. Il giocatore si riferiva alla figlia di 3 mesi che era stata male con il ricovero in ospedale. Una situazione che aveva stizzito Ten Hag, il quale gli aveva criticato una scarsissima condizione fisica.

Insomma, l’attaccante si è voluto togliere qualche sassolino che aveva da tanto tempo. Lo United non ha digerito le dichiarazioni ed è pronto ad infliggergli una multa di 1 milione di sterline. Il fenomeno di Madeira è dunque alla ricerca di quel rispetto che Ten Hag non gli sta dando e, conoscendo il suo carattere, non è disposto a fare un passo indietro e rescindere il proprio contratto. Situazione spinosa in casa United che andrà per forza di cose risolta per il bene anche dei compagni.

Seguici anche su News e ultime notizie oggi da Italia e Mondo – Per Sempre News